4shared
7.7 C
Napoli
domenica, 23 Gennaio 2022

Filiera del pane sempre più sostenibile: le aziende si fanno green

La filiera del pane in Italia è sempre più attenta all'ambiente e ai problemi sociali: no allo spreco alimentare, sì al rispetto delle popolazioni locali e al riciclo.

Da non perdere

Anna Borriello
Scrivo per confrontarmi col mondo senza ipocrisie e per riflettere sul rapporto irriducibile che ci lega ad esso.

La filiera del pane in Italia si fa sempre più eco-sostenibile. La AIBI, Associazione Italiana Bakery Ingredients, aderente ad Assitol, dice sì a questa spinta propulsiva green nel settore. Appoggia, in questo senso, le attività della Fedima, la Federazione europea dei produttori e fornitori degli ingredienti di panificazione, dolci e pasticceria.

La Federazione, di cui fa parte la stessa AIBI, ha reso noto il suo position paper in pieno rispetto degli obiettivi ONU dell’agenda 2030. In particolare, il documento si sofferma su sei temi differenti su cui le aziende devono concentrare l’attenzione.

I nuovi obiettivi della filiera del pane all’insegna della sostenibilità

I temi ricorrenti sono la promozione di un’alimentazione salutare, la creazione di un ambiente di lavoro sostenibile, riduzione dello spreco alimentare, maggiore utilizzo di energie rinnovabili e il sostegno per le comunità locali per un’acquisizione etica delle materie prime.

Giovanni Bizzarri, presidente AIBI, spiega: “le imprese del nostro comparto hanno già avviato vari progetti con un unico obiettivo: far sì che la sostenibilità diventi parte integrante dei processi produttivi e dei rapporti con le persone e con il territorio in cui lavoriamo“. Un obiettivo piuttosto ambizioso.

Sono tante, quindi, le innovazioni in arrivo per la filiera del pane. I produttori di semi-lavorati sono in prima fila per attuare, un passo alla volta, questo cambiamento.

Panificatori, pasticcieri e pizzaioli hanno avviato moltissime iniziative all’insegna della sostenibilità. Dal risparmio idrico all’utilizzo di risorse rinnovabili, la filiera del pane si sta trasformando per avere un approccio sempre più green.

Oltre a misure di tipo ecologico, come la riduzione delle emissioni di CO2 e il riciclo di carta e imballaggi, la filiera del pane non è indifferente alle questioni sociali. C’è più sensibilità nei confronti dei bisognosi e dello spreco alimentare, dell’eradicazione delle coltivazioni di droghe e del commercio solidale di cacao e zucchero. Si diffonde anche la produzione eco-sostenibile RSPO per l’olio di palma.

L’intenzione della filiera del pane è di trasmettere il valore dell’ecosostenibilità ai consumatori tramite le sue azioni.

 

 

image_pdfimage_print

Ultimi articoli