Festival di Cannes. Il Grand Prix torna in Italia

Doppia vittoria per Alice Rohrwacher. La giovane regista di Fiesole vince il Grand Prix del 67mo Festival di Cannes con il film Le meraviglie interpretato da Maria Alexandra Lungu, Sam Louwyck, Alba Rohrwacher, Sabine Timoteo, Agnese Graziani. Con la consegna della ‘palma’, Alice Rohrwacher si è inoltre aggiudicata l’entrata nella storia del cinema diventando la prima donna regista italiana in assoluto a vincere un premio al Festival.

Monica Bellucci con Alice e Alba Rohrwacher
Monica Bellucci con Alice e Alba Rohrwacher

Il film racconta la storia di una famiglia di apicoltori e la vita di quattro sorelle capeggiate dalla primogenita, Gelsomina, l’erede del piccolo e strano regno che suo padre ha costruito per proteggerle dal mondo “che sta per finire”.
La vicenda si svolge durante un’estate straordinaria, in cui le regole che tengono insieme la famiglia si allentano con l’arrivo in casa loro di Martin, un ragazzo tedesco in rieducazione, e con l’incursione nel territorio di un concorso televisivo a premi, “Il paese delle meraviglie”.
Il tutto sviluppato attraverso uno sguardo sensibile sulla natura del territorio e dei personaggi, alternando i toni delle diverse lingue e dei diversi dialetti parlati ed interpretati dai protagonisti ad elementi onirici che sembrano scaturire dalla coscienza stessa dei personaggi e che ricordano la messa in scena Felliniana.

Questi gli elementi che hanno permesso a “Le meraviglie”, primo e unico film italiano in concorso a Cannes 2014, inizialmente accolto alle proiezioni stampa da pochi applausi, qualche fischio e molti volti perplessi, di riportare il Gran Prix in Italia consegnato dalle mani dell’attrice italiana per eccellenza: Sophia Loren.
L’attrice napoletana, dopo una standing ovation e il commosso saluto all’amico e collega Marcello Mastroianni, ha così consegnato l’onorificenza alla regista toscana che, elegante e sobria come sempre, ha esordito dicendo: “Grazie a Thierry Fremaux che mi ha fatto arrivare qui, grazie alla giuria che mi ha fatto tornare”; ha poi aggiunto rivolta alla giuria presieduta da Jane Campion: “Ringrazio voi giurati, perché il vostro lavoro mi ha fatto innamorare e mi ha portato qui”. Alice ha inoltre ringraziato la sorella Alba, attrice protagonista del film, suo padre e la sua famiglia, continuando: “E’ stato difficile vivere quest’avventura, che fa un po’ male come i reumatismi, ma speriamo che porti bene per il futuro, per tutti!”.