Fedra: l’ossessione del desiderio

Fedra_21secolo_Emanuela_Iovine

Venerdì 5 e sabato 6 giugno 2015 al Teatro dell’Opera di Tirana ci sarà il debutto di Fedra, una creazione di Fredy Franzutti, Si tratta di un evento che è stato fortemente voluto dal Ministero della Cultura albanese.

Il balletto è stato realizzato grazie alla collaborazione tra il prestigioso Teatro albanese e la Compagnia salentina del Balletto del Sud, guidata da Franzutti. Non si tratta di una produzione nuova perché tale spettacolo era stato creato già nel 2012 in occasione dei 150 anni della nascita di Gabriele D’Annunzio, ispirandosi quindi alla tragedia da lui firmata nel 1909 piuttosto che al mito classico. Di esso ne rimane invariata sicuramente la trama che vede la protagonista Fedra, figlia di Minosse e Pasifae innamorata del figliastro Ippolito a causa di un maleficio voluto dalla dea Afrodite. Fedra dopo esser stata respinta dal ragazzo, per vendicarsi l’accusò di averla violentata e quando egli venne ucciso da un mostro marino per vendetta del padre Teseo, la donna presa dal rimorso confessò la verità e infine si suicidò. Nella versione di Franzutti l’ambientazione scelta è quella del primo Novecento con espliciti riferimenti al clima totalitarista di quegli anni.

I ruoli principali saranno interpretati dai primi ballerini albanesi: Enada Hoxa nel ruolo di Fedra e Gerd Vaso nel ruolo di Teseo. Le vesti di Ippolito saranno invece indossate da Francesco Rovea, mentre Nuria Salado Fustè sarà  Afrodite. Saranno ben otto i ballerini scelti dell’Opera di Tirana e dieci i solisti della Compagnia di danza italiana.