Fake news: Il video virale dei banchi autoscontro è del 2017 Diventa virale il video degli studenti che giocano con i banchi a rotelle per le disposizioni anti-covid: scoppia l'indignazione ma è solo una fake news

Le scuole, in molte regioni d’Italia, hanno riaperto soltanto ieri eppure le polemiche non si sono fatte attendere. Sono solo sette le regioni, tra cui la Campania, che hanno deciso di posticipare l’apertura rispetto alla data fissata dal Ministero dell’Istruzione, il 14 settembre. Le direttive sono piuttosto confuse e, tra assembramenti all’ingresso e difficoltà a mantenere il distanziamento sociale, i famigerati banchi a rotelle riaccendono le polemiche.

Proposti come una pratica soluzione per aiutare insegnanti ed alunni a mantenere il distanziamento sociale, potrebbero in realtà dimostrarsi un passatempo goliardico per gli studenti, vanificando gli sforzi  atti ad offrire una didattica sicura in un periodo tanto difficile.

Sta circolando da qualche ora, su internet, il video virale dei banchi autoscontro che ha scatenato l’indignazione di moltissimi utenti. Pubblicato sul social emergente TikTok, il video mostra un gruppo di studenti che gioca con i banchi a rotelle introdotti per le disposizioni anti-covid. Le critiche non hanno fatto fatica ad arrivare, soprattutto nei confronti della Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina e delle norme per la riapertura delle scuole da lei introdotte.

Il video virale dei banchi autoscontro ha raggiunto la popolarità grazie alla condivisione del giornale ‘La verità’ su Twitter, seguito dall’hashtag #primogiornodiscuola. Condivide il video anche il leader della Lega Matteo Salvini, particolarmente critico nei confronti delle scelte della Ministra Azzolina. Il video diventa virale in poche ore, ed è prova delle difficoltà di gestire la didattica in una situazione tanto peculiare come quella della pandemia di covid-19.

La smentita: il video virale dei banchi autoscontro risale al 2017

Nel video gli studenti si divertono a scontrarsi l’uno con l’altro, ignorando qualsiasi norma di distanziamento sociale. Eppure, ben presto è sorto il dubbio che il video non fosse affatto del 14 settembre e che addirittura potesse essere datato. Risale ad oggi pomeriggio la smentita dell’autore del video: questo, infatti, risalirebbe al 2017.

Più di due milioni di visualizzazioni e otto migliaia di commenti hanno inondato il video pubblicato dal giovane ragazzo su TikTok, che ha quindi sentito la necessità di chiarire quando il video sia stato girato. Sostiene, nei commenti, che il video risalga al 2017. Questo spiegherebbe la spensieratezza dei ragazzi e l’assenza di mascherine. I dubbi, però, non sono stati del tutto fugati dal commento dell’autore.

Molti dubitano della diffusione di banchi e sedie a rotelle, prima dello scoppio della pandemia di Covid-19. Sembrerebbe che, in realtà, questi strumenti per la didattica fossero già diffusi in aule speciali a partire dal 2016.

Fatto sta che la preoccupazione resta. Nei commenti al video è possibile leggere di ragazzi giovani che lamentano l’assenza di banchi a rotelle nelle loro classi. Sembra che, goliardicamente, vogliano replicare quanto visto nel video. Offrire una scuola sicura che permetta di garantire il diritto allo studio, sarà un’altra delle dure sfide alle quali la pandemia di Covid-19 ci sta sottoponendo.

Print Friendly, PDF & Email

Mi sono laureata in filosofia e sto per terminare il percorso magistrale, inoltre studio canto da molti anni. Scrivo per confrontarmi col mondo senza ipocrisie e per riflettere sul rapporto irriducibile che ci lega ad esso.

more recommended stories