19.4 C
Napoli
lunedì, 26 Settembre 2022

F1: continua la rivoluzione in Ferrari

Da non perdere

Ormai è chiaro a tutti, il 2015 ci regalerà una Ferrari tutta nuova. Dall’addio di Montezemolo dello scorso settembre all’arrivo di Sergio Marchionne, le cose a Maranello sono cambiate dalla A alla Z. Una rivoluzione totale, che continua ancora oggi, a pochi giorni dalla fine dell’anno.

Una rivoluzione che Marchionne aveva bene in mente sin dal suo arrivo alla Rossa e che ha iniziato a mettere in atto il 20 novembre, quando è stato annunciato l’acquisto per la nuova stagione di Formula 1 2015 del pilota Sebastian Vettel. Dopodiché, in meno di un mese, assieme all’ex pilota Red Bull, alla corte di Maranello sono arrivati anche Maurizio Arrivabene, nuovo Team Principal Ferrari, ed Esteban Guitterez, ex pilota Sauber oggi pilota di riserva e collaudatore Ferrari.

La rivoluzione Ferrari è poi continuata con gli addii di Nikolas Tombazis (progettista) e Pat Fry (uno dei due direttori tecnici) decisi appunto da Maurizio Arrivabene. Ora a capo della Direzione Tecnica ci sarà James Allison, a cui risponderanno due ingegneri italiani cresciuti nel vivaio, il Chief Designer Simone Resta e il Direttore Power Unit Mattia Binotto, quest’ultimo coadiuvato da Lorenzo Sassi quale Chief Designer Power Unit.

Oggi è invece saltato Hirohide Hamashima, responsabile dell’analisi della performance degli pneumatici. Lascerà Maranello a fine anno. Infine al giornalista Alberto Antonini è stato affidato l’Ufficio Stampa.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli