4shared
13.7 C
Napoli
giovedì, 2 Dicembre 2021

Eurovision Song Contest del 1965 si svolse a Napoli

Da non perdere

Oggi, venerdì 20 marzo, ma del 1965, nella città di Napoli si svolse una delle edizioni dell’Eurovision Song Contest, uno degli appuntamenti televisivi musicali più conosciuti e seguiti a livello internazionale, conosciuto, in Italia, anche come Eurofestival.

La trasmissione fu ideata nel 1956, da un giornalista svizzero, Marcel Bezençon, su proposta del giornalista italiano Sergio Pugliese, ispiratosi al modello italiano del Festival di Sanremo, inquadrato con un’ottica europea.

Tale trasmissione è, di consuetudine, registrata nelle varie capitali europee, ma, per quell’anno, fu la città di Napoli ad avere questo “privilegio”.

La location in cui si svolse il concorso fu l’auditorium della Rai e alle redini della conduzione c’era Renata Mauro, anche cantante e attrice.

La trasmissione è stata, da sempre, una delle più seguite, tanto che, già all’epoca, erano incollati allo schermo circa 154 milioni di spettatori, ed erano 18 i paesi in gara. In quell’edizione ci fu Bobby Solo a rappresentare la nazione italiana, con il brano “Se piangi, se ridi”, con il quale, l’artista, aveva da poco vinto il Festival di Sanremo. E mentre al festival fu proclamato vincitore, nella sfida dell’Eurovision si aggiudicò il quinto posto.

Ma, l’edizione del 1965 fu vinta dal Lussemburgo, che veniva rappresentato dalle voce di France Gall, una giovanissima ragazza francese, di soli 17 anni, che vinse con l’esibizione canora che si intitolava “Poupee De Cire e Poupee De Son”, che tradotto in italiano sarebbe “bambola di cera, bambola di pezza”.

La canzone, scritta da Serge Gainsbourg, in seguito, ebbe un notevole successo nella maggior parte dei paesi europei e condizionò la tipologia di canzoni che si sono iscritte al concorso dell’Eurovision negli anni successivi.

Come riporta il sito ufficiale dell’Eurovision Song Contest, proprio in quell’anno, per la prima volta, il contest musicale venne trasmesso non solo dall’Unione Europea, attraverso la radiodiffusione, ma anche in Oriente, tramite Intervision, la controparte orientale del contest.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli