eSim: cosa sono e come funzionano Nei cellulari di ultima generazione lo spazio è sempre più importante per l'inserimento di nuove componenti, tanto che tra non molto saluteremo le classiche sim.

Le eSim molto presto rimpiazzeranno le vecchie SIM
Le eSim molto presto rimpiazzeranno le vecchie SIM

Lo spazio all’interno degli smartphone del futuro sarà sempre più importante. Infatti, la ricerca sempre maggiore  di alloggiamento per batterie, display e vari sensori, farà delle vittime. Apple, come altri Brand hanno deciso di sacrificare il jack per le cuffie, ma molto presto anche la SIM sarà rimpiazzata dalle nuove eSIM.

I telefoni di oggi hanno funzioni all’avanguardia, ma per renderli così potenti, progettisti e designer hanno dovuto fare a meno di alcune componenti. in particolar modo per far spazio a batterie in grado di resistere ad applicazioni più specializzate e potenti, ma soprattutto per dare la possibilità all’utente di concludere la giornata di utilizzo. Ecco perchè, da qualche tempo già, si sta pensando di sostituire le classiche SIM, cosi da evitare che i loro slot occupino troppo spazio. Nasce cosi l’innovativa idea delle eSIM (o SoftSIM). Un microchip stampato sulla scheda logica dello smartphone al posto della classica schedina, che nel tempo è diventata sempre più piccola.

Vantaggi delle eSIM.

Oltre al recupero evidente di spazio che verrà usato dagli sviluppatori e dai produttori per realizzare nuove funzioni è evidente che le eSIM portano dei vantaggi anche agli utenti. Il consumatore infatti con questa nuova tecnologia accorcerà i tempi necessari nel cambio d’operatore. Infatti, non dovrà più sostituire la scheda fisica in plastica, basterà una semplice variazione virtuale dei dati tramite una chiamata al servizio clienti. Un modo questo, che eviterà diversi problemi, soprattutto nelle persone meno avvezze alla tecnologia. Uno dei maggiori problemi che si eviterà è quello di perdere tutti i numeri di telefono salvati sulla Sim, Soprattutto in caso di cambio dello smartphone. Spesso infatti,  la scheda del vecchio telefono non è compatibile con il nuovo. Con le eSIM questi passaggi verranno annullati e tutto sarà più semplice.

Registrazione virtuale della eSim.

Al momento il vero problema delle eSIM è che i produttori non hanno uno standard unico per l’utilizzo. Gli unici brand ad aver equipaggiato i loro dispositivi di questa tecnologia sono Apple, Samsung e Motorola. Apple è una delle poche aziende che ha presentato un piano chiaro per gli utenti. Per registrare una eSim, infatti,  basta andare su Impostazioni, accedere alla sezione cellulare e attendere qualche istante. Comparirà una scheda informativa dove potremo selezionare uno degli operatori telefonici disponibili nella zona in cui ci troviamo. Sarà possibile scegliere tra le varie tariffe e promozioni disponibili in quel momento e sottoscrivere così un piano voce e dati con l’operatore che si preferisce. Al momento questa soluzione è possibile solo su iOS.

Samsung e Motorola hanno usato un procedimento simile, ma prima bisogna recarsi dall’operatore che si preferisce e scegliere il piano più affine alle proprie esigenze. A questo punto verrà data all’utente una card con un QR Code. Basterà andare sull’impostazione lettore QR della fotocamera del proprio smartphone, inquadrare il codice e verrà rilevato il piano voce e dati acquistato. La card non sarà inserita nel cellulare, ma la conservate in caso di un ripristino del cellulare.

Print Friendly, PDF & Email

more recommended stories