20.9 C
Napoli
mercoledì, 28 Settembre 2022

Ercolano, estubata la bambina di 3 anni azzannata dal cane dello zio: sta meglio

Da non perdere

Anna Borriello
Scrivo per confrontarmi col mondo senza ipocrisie e per riflettere sul rapporto irriducibile che ci lega ad esso.

Giungono buone notizie riguardo le condizioni – in miglioramento – della bambina di tre anni azzannata dal cane dello zio lo scorso 4 luglio a Ercolano. La piccola, ricoverata al Santobono di Napoli con gravi lesioni, è stata estubata e respira da sola. Come riportato da Fanpage.it, la bambina starebbe migliorando di ora in ora.

Come sta la bambina azzannata dal cane dello zio: ora respira da sola

La piccola Adriana è stata ferita gravemente dal cane dello zio lo scorso 4 luglio. Dopo l’attacco, è stata ricoverata al Santobono di Napoli, dove si trova tuttora, in condizioni critiche. Ora, però, la sua famiglia può tirare un sospiro di sollievo: la piccola respira da sola – è stata infatti estubata – ed ha anche incontrato la mamma.

Adriana non è più in pericolo di vita: le sue condizioni in netto miglioramento presto comporteranno il trasferimento dalla Terapia Intensiva al reparto. La piccola, di soli 3 anni, è stata ricoverata con gravi lesioni all’addome e al torace.

L’incidente è avvenuto tra Ercolano e Torre del Greco, a via Montedoro, a casa dello zio. La bambina stava giocando in giardino quando il cane di grossa taglia ha scavalcato la recinsione ed ha aggredito la bambina, mordendola al torace e all’addome.

I familiari presenti sulla scena hanno tentato disperatamente di liberare la bambina dal cane e poi hanno chiamato i soccorsi. Prima trasportata all’ospedale Maresca, Adriana è stata trasferita al Santobono a causa della gravità delle lesioni. La piccola era in prognosi riservata: ora finalmente può respirare da sola.

 

image_pdfimage_print

Ultimi articoli