4shared
15.5 C
Napoli
giovedì, 15 Aprile 2021

Era Covid: i rischi dei giovani e il progetto della Federico II

Ai tempi del Covid, i rischi di salute dei giovani si moltiplicano: ecco il progetto dell'azienda ospedaliera Federico II per aiutare a prevenire infezioni sessualmente trasmissibili.

Da non perdere

Sin dall’ingresso nell’età adolescenziale, i giovani cominciano a porsi quesiti sull’argomento sesso, sui suoi rischi e come poterli evitare. Nell’era del Covid-19, la situazione si fa ancora più allarmante.

La scuola ed altre istituzioni educative hanno tentato più volte di introdurre nelle regolari ore scolastiche materie come educazione sessuale. Tuttavia i ragazzi, ancora oggi, sembrano navigare nell’incertezza sulle precauzioni da prendere.

Neppure i diversi programmi che le varie emittenti radio o televisive hanno realizzato l’ambizione di istruire i giovanissimi affinché questi consumino sesso sicuro.

A tal proposito, l’ateneo Federico II, nel corso dell’a.a 2020/2021, ha lanciato un progetto. Un disegno mirato ad informare adolescenti e ragazzi sulle infezioni trasmissibili sessualmente e come prevenirle.

Il piano dell’azienda ospedaliera Federico II ai tempi del Covid

Il piano, intitolato Scuole amiche della salute, promosso dalla professoressa Fabbrocini, si è servito di una piattaforma web, per comunicare con circa 400 alunni di 5 scuole campane (4 di Napoli e 1 di Teano).

Grazie alla disposizione di medici esperti in campi come la psicologia, la comunicazione e dermato-venereologia, gli studenti hanno finalmente ottenuto le risposte che desideravano in merito alle misure contraccettive e alle ITS ( infezioni trasmissibili col sesso).

Centrale anche il tema delle emozioni e delle paure di cui si è fatto esperienza durante le prime volte: ragazzini e ragazzi hanno così ritrovato la fiducia, la sicurezza e  i ragguagli necessari ad avere una vita sessuale serena.

Le ITS, attualmente diffuse, sono all’incirca 30, le quali colpiscono, annualmente, 350 milioni di persone al mondo, nella fascia d’età 15-49.

Il progetto ha avuto un impatto talmente positivo che i suoi ideatori l’hanno nuovamente proposto al direttore dell’ufficio scolastico per la Campania, Luisa Franzese.

La vittoria comunicativa di alcuni giovani

Al termine della campagna, diverse scuole hanno conseguito alcuni premi per i migliori elaborati multimediali. Tesi incentrate sul tema della responsabilizzazione dei giovani sui rapporti passionali.

Ogni relazione si è distinta per un particolare merito, fra cui quello dell’istituto Giambattista Vico di Napoli, per l’impatto comunicativo.

Ultimi articoli