10.6 C
Napoli
domenica, 29 Gennaio 2023

Endometriosi: ecco come combatterla a tavola

Da non perdere

Eva Maria Pepe
Laureata in Lettere classiche, ama l'arte, la letteratura, i viaggi. Il suo più grande sogno è diventare scrittrice.

L’endometriosi è un’infiammazione cronica causata dalla presenza di endometrio (mucosa che normalmente riveste esternamente la cavità uterina) all’esterno dell’utero. La malattia può interessare la donna già dalla prima mestruazione ed accompagnarla fino alla menopausa.

L’endometriosi: i sintomi

La donna che soffre di endometriosi può soffrire di forti dolori mestruali, dolori durante i rapporti sessuali, dolori alla minzione e alla defecazione. Il dolore può essere cronico e persistente, ma generalmente i sintomi si aggravano durante il periodo mestruale. Alcune donne lamentano astenia e lieve ipertermia, che può accentuarsi in periodo mestruale, e fenomeni depressivi. L’endometriosi può causare anche sub-fertilità o infertilità (30-40% dei casi).

Curare l’endometriosi con l’alimentazione

In Italia circa tre milioni di donne soffrono di endometriosi. La malattia non ha dei sintomi propri tipici, tanto è vero che nel 30% 40% dei casi viene scoperta causalmente, durante il controllo per altre patologie. L’endometriosi è una patologia cronica, che non è possibile risolvere con un trattamento specifico. Dobbiamo però considerare che stiamo parlando di una malattia infiammatoria e che mangiare cibi con proprietà antinfiammatorie possa diminuire i sintomi.

I cibi da preferire e da evitare

Da evitare assolutamente tutti gli alcolici, dolci confezionati, caffè, burro, carne rossa e grassi saturi. Mentre risulta fondamentale seguire una dieta a base di frutta e verdura. Da prediligere anche legumi, cibi ricchi di fibre, cereali integrali, frutta secca. Tutti questi cibi infatti facilitano il funzionamento dell’intestino che permette di dimunire l’infiammazione addominale e il livello di estrogeni nel sangue. Se poi vogliamo parlare di proteine di origine animale sono da preferire alcuni tipi di pesce come salmone, sgombro, sardine e aringhe. Questi infatti sono ricchi di grassi buoni e di omega 3. E’ fondamentale assumere alimenti ricchi di vitamina d, magnesio e calcio, tutti componenti fondamentali per la demineralizzazione ossea scatenata da alcuni farmaci utili al trattamento dell’endometriosi.

L’importanza dell’attività fisica

Sembra banale ma ancora più importante è lo stile di vita. Fare attività fisica, anche leggera, può aiutare molto quando si è affetti da endometriosi. Sappiamo benissimo che lo sport favorisce il rilascio di neurotrasmettitori che hanno un effetto benefico sulla nostra salute come le endorfine.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli