4shared
12 C
Napoli
giovedì, 27 Gennaio 2022

Ecdc: attenzione ad utilizzare test rapidi fai da te

Da non perdere

Emanuele Marino
Giornalista pubblicista, nonché studente universitario iscritto alla facoltà di Lettere Moderne presso l'Università degli studi di Napoli Federico II

L’Ecdc, ossia l’Agenzia europea per la prevenzione e il controllo delle malattie, si fa portavoce del monito delle autorità nazionali invitando la popolazione europea a prestare la massima attenzione riguardo i test fai da te che millantano di rivelare in tempi rapidi la positività al Covid-19.

Secondo quanto riporta l’Ecdc, infatti, seppur la maggior parte dei test rapidi marcati CE siano conformi, le autorità nazionali avrebbero segnalato delle irregolarità in alcuni di essi venduti come fai da te, vietati ormai da numerosi Stati membri che già precedentemente hanno avvertito riguardo la loro pericolosità.

Ecdc, le dichiarazioni ufficiali

“Riguardo i test è necessaria una convalida clinica in un numero ampio di popolazione. Attualmente limitazioni delle infrastrutture e carenze di approvvigionamento limitano la capacità al di sotto della crescente domanda di diagnostica per il Covid-19 in tutta l’Unione Europea. L’accesso a test diagnostici rapidi affidabili, in particolare test rapidi dell’antigene per Covid-19, potrebbe alleviare la pressione sui laboratori ed espandere la capacità di test per soddisfare le esigenze più urgenti mediche e di salute pubblica.

I test rapidi possono anche essere meno precisi e meno sensibili dei test diagnostici eseguiti in laboratorio. Pertanto, la convalida clinica delle prestazioni diagnostiche dei test rapidi per Covid-19 nella vita reale dovrebbe essere effettuata confrontandola con un test standard di riferimento in un numero sufficientemente elevato di soggetti target della popolazione prima della loro introduzione”, questo è quanto si legge nel documento ufficiale dell’Agenzia europea per la prevenzione e il controllo delle malattie.

Covid-19, i nuovi test Menarini 

Intanto la Menarini Diagnostics annuncia di aver firmato un accordo con la Credo Diagnostics Biomedical per la distribuzione esclusiva del test SARS-CoV-2, i quali utilizzano il VitaPCR, strumento di Point Of Care in diagnostica molecolare di  Credo Diagnostics Biomedical, in grado di effettuare la diagnosi del Covid-19 in venti minuti.

“Il test Covid-19 in diagnostica molecolare è fondamentale per le strutture di prima accoglienza e nelle terapie Intensive. Questi kit diagnostici utilizzano la tecnologia di reazione più accurata, su strumentazioni Point-Of-Care, caratterizzate dall’essere di minimo ingombro (dimensione di un dizionario) e alta semplicità di utilizzo, consentendo la diagnosi immediata in contesti come, per esempio, pronto soccorso, tende triage, aeroporti, porti, stazioni ferroviarie” affermano dall’industria farmaceutica con sede a Firenze.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli