Dramma nel Bergamasco.

E' stato ritrovato il corpo di Stefania Crotti, la donna che non dava notizie di sé da giovedì pomeriggio. Era stata assassinata.

Stefania Crotti, donna di 42 anni, era come scomparsa nel nulla. Da giovedì pomeriggio il marito, Stefano Del Bello, non aveva più sue notizie e a quel punto ha avvertito i carabinieri.

La vicenda ha avuto, però, un esito drammatico, poiché è stato ritrovato il cadavere carbonizzato della donna nelle campagne di Erbusco da un ciclista di passaggio, che dopo aver notato la presenza di un corpo nell’erba ha lanciato l’allarme. Inizialmente il corpo non è stato riconosciuto, ma secondo il medico legale si trattava di una donna di età compresa tra i 20 e i 40 anni e le dimensioni del bacino ne hanno stabilito il sesso.

E’ il marito della vittima a confermarne l’identità, attraverso la fede nuziale, sulla quale erano incisi il suo nome e la data del loro matrimonio, e un tatuaggio sul polso. I due coniugi avevano attraversato una crisi matrimoniale e la scritta tatuatasi manifestava il loro intento a voler ricominciare. La crisi era dovuta a una relazione extra coniugale intrapresa dal marito e l’amante, Chiara Alessandri, è stata fermata dalla polizia, dopo aver stabilito la possibilità di omicidio con movente passionale.

La donna non doveva aver tollerato il riavvicinamento dei due coniugi e la sua gelosia sarebbe così sfociata nell’atroce delitto. Chiara Alessandri avrebbe preso Stefania Crotti a martellate in un garage di Gorlago, dopo averla attirata con un pretesto, e poi si sarebbe sbarazzata del cadavere dandogli fuoco, nella zona di ritrovamento del corpo.

Chiara Alessandri, dopo un lungo interrogatorio, ha confessato di aver assassinato la moglie del suo ex amante, ma di non averne bruciato il corpo esanime.

 

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO