4shared
9.2 C
Napoli
domenica, 23 Gennaio 2022

Donald Trump: tra misoginia e accuse al cattivo giornalismo

Da non perdere

Donald Trump, il facoltoso magnate americano in lista alle primarie repubblicane per le elezioni presidenziali del 2016, ha visto crollare la propria credibilità dinnanzi alle domande incalzanti della giornalista di Fox News Megyn Kelly. Proprio lui, la cui misoginia non è mai stata celata, è stato ridicolizzato da una donna.

Megyn Kelly, volto della tv americana
Megyn Kelly, volto della tv americana

In un dibattito tra i vari esponenti repubblicani, Trump in testa ai sondaggi, è stato intervistato da Megyn kelly, volto celebre della tv americana, che ha chiesto apertamente all’aspirante presidente di giustificare le sue parole discutibili sulle donne:

Ciò che le persone amano di lei è la sua spontaneità e che non parli il ‘politichese’. E questo non è sempre vantaggioso, in particolare, lei chiama le donne che non le piacciono, grasse scrofe, cagne sciattone e animali disgustosi”.

Trump dimostra di non gradire la domanda della giornalista, prendendola tuttavia dal lato scherzoso, mentre Megyn Kelly continua:

Il suo account twitter è pieno di commenti denigratori sull’aspetto delle donne, ha anche detto ad un partecipante di Celebrity Apprentice che sarebbe un’immagine carina se lei fosse in ginocchio. Non le pare che il temperamento di un uomo che dovremmo eleggere presidente, sia di quello in guerra con le donne?

Di fronte a questa domanda diretta, il miliardario dimostra di essere in forte imbarazzo:

Io penso che il grande problema di questo paese è l’essere politically correct. Sono contrastato da così tante persone e non ho certo il tempo di essere politicamente corretto. E neanche il paese ha tempo. E’ in seri guai. Abbiamo perso con la Cina e con il Messico per commercio e confini. E onestamente ciò che dico a volte è per gioco o scherzo. Ciò che dico è ciò che dico. Parlo onestamente e mi spiace che lei Megyn non lo apprezzi. Sono stato molto gentile con lei, e forse non lo sarò più, visto il modo in cui lei mi ha trattato.”

Ma chi è Donald Trump? La sua entrata in politica è stata degna di un Reagan del 2015. Un ricco imprenditore la cui celebrità popolare si è fondata più sul gossip che per altri meriti. Poi la decisione improvvisa di scendere in politica, in grande ascesa nei sondaggi grazie alla sua abilità di manipolazione dell’opinione pubblica sui temi scottanti, facendo leva sulla xenofobia e la difesa del militarismo americano. Per molti dice oscenità per altri ha le caratteristiche giuste per diventare il nuovo Presidente degli Stati Uniti d’America: di certo le sue posizioni fanno molto discutere come la sua retorica anti-immigrazione e la volontà di chiudere i confini per evitare l’invasione dei latinoamericani nel paese, responsabile a suo dire, di gran parte dei problemi attuali. I commenti sulle donne non hanno inoltre, suscitato molto consenso intorno alla sua figura e testimonianze di solidarietà verso la giornalista, sono arrivati da ogni parte, compresa l’area repubblicana di cui Trump fa parte. Ma la guerra continua e il miliardario continua a gettar fango sul presunto cattivo giornalismo e le domande inappropriate, lasciandosi scappare anche l’appellativo di ‘oca’ : “Si vedeva che le usciva il sangue dagli occhi, il sangue le usciva da ogni dove” alludendo al ciclo mestruale della giornalista. Megyn Kelly dal canto suo continua a difendere il proprio lavoro, poiché l’essere giornalista non significa solo porre le domande che fanno piacere agli interlocutori. E di fronte a una personaggio così controverso non era possibile evitare di sottolineare la sua linea fortemente sessista. Nonostante lo scivolone, non sembra conclusa la vicenda che si è trasferita ormai suii social network. Il pubblico statunitense è abituato alla linea dura di Trump e lui continua inspiegabilmente a sbaragliare la concorrenza nei sondaggi. In un’altra intervista egli ha infatti detto che anche se molti non prendono seriamente la sua candidatura, alla fine dei giochi resteranno molto sorpresi dall’esito.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli