mercoledì 24 Luglio, 2024
31.3 C
Napoli

Articoli Recenti

spot_img

Diabolik: il re del terrore arriva nel 1962

Il primo numero di Diabolik esce in Italia il primo novembre 1962.

Il personaggio dei fumetti creato da Angela e Luciana Giussani. Il titolo del primo numero è “Il re del terrore”.

Si mormora che un assassino si aggiri per la città, un mostro capace di uccidere e sparire, “l’incarnazione del demonio” lo definisce la marchesa di Semily, subito aggiornata dallo scettico nipote Gustavo: “Lo chiamano Diabolik”.

Ad ispirare Angela Giussani la realizzazione del fumetto sono le abitudini della maggior parte dei pendolari milanesi che usano leggere romanzi gialli.

Piccoli albi tascabili con solo due o tre vignette a pagina, abbastanza grandi per ospitare campi lunghi (necessari al fumetto d’azione) ma utilizzabili anche per dialoghi ricchi e articolati.

Le sorelle Giussani, che allora abitavano vicino alla stazione Nord, avevano voluto creare un formato adatto alla lettura in treno, calibrato per le migliaia di pendolari che ogni giorno vedevano passare sotto le loro finestre.

Una geniale intuizione di marketing, non casualmente copiata negli anni successivi da decine di editori di fumetti.

L’ 1 novembre 1962 Diabolik fa per la prima volta la sua comparsa nelle edicole italiane, diventando in breve tempo uno dei fumetti più apprezzati in Italia.

Diabolik, abilissimo ladro dotato di un’ingegnosità fuori dal comune, è capace di assumere diverse fisionomie grazie a maschere di plastica sottilissima che lui stesso realizza.

Suo acerrimo nemico è l’Ispettore Ginko, poliziotto integerrimo che, dedica la sua vita a provare a catturare Diabolik.

Accanto a Diabolik, la sua complice e compagna per la vita, la bellissima e altrettanto scaltra Eva Kant.

Nel 2020 Diabolik arriverà anche al cinema portato sul grande schermo dai Manetti Bros.

Nella nuova trasposizione cinematografica del Re del Terrore, Diabolik sarà interpretato dal talentuosissimo Luca Marinelli, al suo fianco Miriam Leone sarà una affascinante e sensualissima Eva Kant, mentre con la pipa d’ordinanza Valerio Mastandrea interpreterà l’Ispettore Ginko.

 

Dora Caccavale
Dora Caccavale
Nata a Napoli (classe 1992). Laureata in Storia dell'Arte presso l'Università degli Studi di Napoli Federico II. Autrice del libro "Lettere di Mattia Preti a Don Antonio Ruffo Principe della Scaletta" AliRibelli Editore. Organizzatrice di mostre ed eventi artistici e culturali. La formazione rispecchia il suo amore per l'arte in tutte le sue forme. Oltre alla storia dell'arte ha infatti studiato, fin da bambina, danza e teatro. Attualmente scrive per la testata XXI Secolo.