Demme e Lobotka al Napoli, conosciamoli meglio

Diego Demme e Stanislav Lobotka sono 2 nuovi giocatori del Napoli. Per entrambi le visite mediche sono previste domani mattina a Roma in Villa Stuart. Per Demme i partenopei verseranno 10 milioni per il cartellino più 2 milioni di bonus. Per Lobotka invece la cifra si aggira intorno ai 20 milioni più bonus.

Ma chi sono esattamente questi 2 nuovi acquisti? Conosciamoli meglio. Diego Demme è un classe 1991 e proviene dal Lipsia, di cui era capitano. Il padre è napoletano e grande estimatore di Maradona, da cui ne deriva il nome. Si vocifera che dietro la volontà di trasferirsi a Napoli sia stata decisiva l’influenza di Gennaro Gattuso, a cui si è sempre ispirato in campo.

Demme è un calciatore di quantità, che fa del dinamismo e dell’Interdizione il proprio cavallo di battaglia. Non è molto alto (172 cm) ma può vantare una forte resistenza e facilità di corsa. All’occorrenza può occupare anche il ruolo di terzino.

Milita nel Lipsia dal 2014. Con il club tedesco ha centrato la storica qualificazione in Champions League. Attualmente era primo in classifica in Bundesliga e agli ottavi di Champions, ecco perché la partenza del capitano ha fatto infuriare non poco i propri tifosi, che non riescono a comprendere i motivi di tale comportamento.

Stanislav Lobotka è un calciatore slovacco, classe 1994, proveniente dal Celta Vigo. Il Napoli lo insegue da anni e in questa sessione invernale di calciomercato è riuscito a portarlo a casa.

Il centrocampista occupa lo stesso ruolo di Demme, pur avendo caratteristiche diverse. Utilizzato principalmente come vertice basso in un centrocampo a 3, lo slovacco è dotato di dinamismo, buona visione di gioco e discreta tecnica.

Il gol non è il suo forte, si pensi che nei in 4 anni tra Nordsjelland e Celta Vigo non è mai andato in rete. Si tratta comunque di un calciatore relativamente giovane, capace di dare diverse soluzioni tattiche a Gattuso.

Nella giornata di domani potrebbero arrivare gli annunci ufficiali, così i calciatori potranno aggregarsi al gruppo già nei prossimi giorni.

Print Friendly, PDF & Email

more recommended stories