33.2 C
Napoli
sabato, 2 Luglio 2022

Del Neri: “Albiol doveva essere espulso!”

Da non perdere

Salvatore Nappo
Studio Storia e sono istruttore di calcio qualificato CONI-FIGC. Credo che fare Giornalismo significhi fare due cose: ricerca e inchiesta. Ritengo il calcio l'arte che più si avvicina al senso della vita: nel calcio, come nella vita, puoi studiare mille situazioni di gioco ma alla fine il campo ti metterà di fronte alla 1001esima che non avevi previsto.

Luigi del Neri, allenatore dell’Hellas Verona, ha rilasciato alcune dichiarazioni nel post partita ai microfoni di Sky Sport e Mediaset Premium. Queste le sue parole: “Posso garantirvi che il Verona lotterà fino alla fine, perché vuole giocarsi le sue carte, senza pensare al traguardo finale. Il problema di quando si gioca è dare meriti a chi vince. Il Napoli ha meritato la vittoria, ma ci sono state decisioni arbitrali dubbie. La Juventus ha fatto un campionato immenso, se vince vince in modo meritato, al di là delle polemiche. Le situazioni arbitrali possono aiutare tutti, Juve, Napoli e Verona”.

“In due domeniche abbiamo rosicchiato tre punti. Dobbiamo conquistare quanti più punti possibili fino al termine del campionato. Il primo tempo l’abbiamo giocato bene, l’interpretazione è giusta. La squadra ha le possibilità per affrontare una partita importante contro il Frosinone. Non mi è piaciuto giocare con un uomo in meno, perché in 11 contro 11 la squadra reagiva abbastanza bene, e poteva creare pericoli. Qualcuno ha reso di meno, qualcuno di più. Oggi siamo stati però meno brillanti di Bologna”.

“Il Napoli ha vinto meritatamente, io discuto sulle situazioni che hanno dato il là a svantaggi, ma non è importante parlare del risultato. Mi soffermo sui fatti che potevano cambiare l’andazzo della partita, ma il Napoli è una grande squadra. Ionita è un Nazionale, ha grande fisicità e temperamento, ma deve abituarsi al calcio italiano. Un giocatore interessante, ha spirito di sacrificio, avrà un grande futuro. Su Gollini ne dovete parlare con il mio direttore, ma si sta mettendo in mostra: vuol dire che l’Italia ha grandi giocatori, come sta facendo per esempio il Sassuolo. Anche Insigne è tra i grandi prospetti italiani“.

Ai microfoni di Mediaset: “Il Napoli ha fatto la partita e per far punti qui bisogna avere fortuna, il primo episodio arbitrale è stato decisivo perché ha portato alla rete. Non toglie niente al Napoli ma c’è mancanza di attenzione, sul goal degli azzurri c’era un fallo per noi. Quando è fallo va dato. Gomez ha preso palla con le mani ma perché aveva subito fallo, sull’azione successiva abbiamo preso goal. 

La vittoria del Napoli comunque è meritata, tutto qui. Secondo episodio arbitrale? Albiol andava espulso perché ha messo le mani addosso all’arbitro. Il Napoli gioca un calcio fantastico e merita di combattere per il titolo fino alla fine del campionato, la loro vittoria non si discute ma le situazioni cambiano le partite. Noi eravamo in dieci e loro in undici”.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli