24.3 C
Napoli
venerdì, 27 Maggio 2022

David Donatello 2014: notte di successi

Da non perdere

Vittoria annunciata per il film La Grande Bellezza di Paolo Sorrentino che durante la cerimonia di premiazione dei David di Donatello, tenutasi a Roma il 10 giugno, si è aggiudicato ben 9 statuette, compreso il premio come migliore regista 2014.

Per i 1468 componenti della Giuria dell’Accademia che hanno votato i film dal 29 aprile al 5 maggio, le migliori opere simbolo della cinematografia italiana, che ha saputo riprendersi dopo i passati segni di cedimento, sono da ritenersi Il Capitale Umano di Paolo VirzìLa Grande Bellezza del premio Oscar Paolo Sorrentino. A catalizzare l’attenzione durante la 58esima edizione dei David, è stato proprio il lungo ‘testa a testa’ tra il regista livornese e il regista napoletano con un esito per molti già deciso, visto l’enorme successo del film di Sorrentino non solo in patria ma anche all’estero. Sebbene durante tutto il corso della serata vi siano state numerose critiche, molte delle quali indirizzate soprattutto alla presentazione dell’evento affidata alla coppia Paolo RuffiniAnna Foglietta giudicata poco convincente, tra le 7 statuette vinte dal film di Virzì, vi sono stati riconoscimenti anche a tre degli attori che hanno preso parte al film. Si tratta di Valeria Bruni Tedeschi, Fabrizio Gifuni e Valeria Golino; soddisfazione anche per l’esordiente Pierfrancesco Diliberto, in arte Pif, con il suo La mafia uccide solo d’estate  che è riuscito a portare a casa due premi, rispettivamente miglior regista esordiente e David giovani per un’opera realizzata “senza pagare il pizzo ai mafiosi”.

premiazione Virzì
Premiazione Virzì

Tra le tante altre premiazioni significative è opportuno ricordare il premio come miglior canzone per A’ Verità del film Song’e Napule dei Manetti Bros e il premio ad Aldo De Scalzi come miglior musicista, per la realizzazione della colonna sonora. La serata è stata inoltre segnata da momenti di emozione e commemorazione, come il David speciale al compianto Carlo Mazzacurati, regista e sceneggiatore, morto il 22 gennaio scorso, il cui nome è stato accolto con un lungo applauso. La lunga attività artistica del regista è stata omaggiata dalle parole dell’attore Giuseppe Battiston che ha sottolineato la sua “capacità di ridere di ogni cosa, anche delle cose più tristi”. Il secondo riconoscimento speciale è stato inoltre consegnato a Sofia Loren come omaggio alla sua pluriennale carriera segnata da intramontabili successi; premiata dal figlio Edoardo, l’attrice napoletana con evidente commozione ha dichiarato: “questo è il più bel momento della mia vita”. Gli altri tre David speciali sono andati al musicista Riz Ortolani, Andrea Occhipinti della casa cinematografica Lucky Red e a Marco Bellocchio, dal 16 aprile al 7 maggio, protagonista di una retrospettiva al Moma di New York.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli