domenica 14 Aprile, 2024
24.5 C
Napoli
spot_img

Articoli Recenti

spot_img

Dancing Glass, lo show evento che celebra Philip Glass

Si tratta di un evento imperdibile per gli amanti sia della musica che della danza, ma anche per coloro che amano la video-arte. È Dancing Glass lo spettacolo dedicato al grande compositore americano Philip Glass, pioniere della minimal musica. Lo show evento si terrà in prima mondiale il 27 e il 28 marzo alle 21 all’Auditorium La Nuvola di Roma.  Le coreografie saranno firmate da Lucinda Childs, vera icona della danza e Leone d’oro alla Biennale di Venezia, da Cassi Abranches, Shintaro Hirahara e Michele Pogliani; mentre la musica è stata curata da Oscar Pizzo. Inoltre a partecipare sarà anche il performer sudafricano Llewellyn Mnguni. Lo spettacolo prevede che i 12 Etudes di Glass entrino in dialogo con creazioni originali commissionate ad artisti, coreografi, musicisti e video-artisti di fama internazionale; insomma un vero e proprio caleidoscopio creativo che unisce linguaggi artistici diversi. Per quanto riguarda la componente video-arte, a partecipare saranno artisti del calibro di Shirin Neshat, Hiroshi Sugimoto, Fabio Cherstich e il collettivo italiano Anagoor. Dancing Glass prevede anche l’unione di culture diverse: le musiche del compositore saranno reinterpretate da musicisti di diverse culture, tra cui il turco Kudsi Erguner, il sudafricano Philip Miller, la brasiliana Roberta Cuña Valente, la giapponese Mana Yoshinaga e l’estone Anna-Liisa Eller. Lo spettacolo è stato commissionato da Eur Spa nell’ambito dell’Eur Culture.

Glass è stato il mio primo compositore e ho collaborato con lui per 50 anni. Potete immaginare l’importanza di questo progetto per me” ha dichiarato Lucinda Childs. Franco Laera, direttore di Change Performing Arts, nonché ideatore e co-produttore del progetto, ha invece espresso il suo pensiero sul noto compositore: “Glass è uno dei pochi compositori a cavallo tra XX e XXI secolo che ha abbattuto i confini con creazioni che trovano eco nel patrimonio musicale di tutto il mondo ma anche i generi avendo composto per cinema, teatro, videoarte..”. Anche Michele Pogliani, danzatore a capo della formazione di ballerini MP3 Dance Project che interpreterà le coreografie, ha espresso il suo etusiamso per il progetto: “Per me è un sogno di 40 anni di carriera che si realizza, non avevo mai osato avvicinarmi al maestro”.

Immagine: credit Ansa