11.8 C
Napoli
martedì, 21 Marzo 2023

Cuzzetiello napoletano: una ricetta dell’arte di arrangiarsi

Da non perdere

Cuzzetiello: a Napoli è sempre stata presente l’arte di arrangiarsi infatti nasce proprio da questa “filosofia di vita” una delle ricette più vendute nei fast-food napoletani ed uno dei posti più cucinati nelle mura napoletane, ma di che si tratta?

Cuzzetiello: il piatto fast-food napoletano con ingredienti semplici

Come tante altre ricette, il cuzzetiello, come tanti piatti divenuti poi famosi, nasce da una ricetta povera e quasi recuperata, come nel caso di tante altre ricette italiane, da nord a sud.

Nella cucina napoletana il cuzzetiello era la “marenna”, che si potrebbe tradurre come spuntino, anche se significa altro.

La marenna è uno spuntino sostanzioso da consumare durante una pausa. Ma nel tempo questa semplice ricetta è diventata una vera rappresentazione dello street food napoletano, e piace anche ai turisti.

Il cuzzetiello è un panino ma non del tutto, è in realtà pane fatto in casa che diventa un contenitore per ragù o altri sughi. Infatti ad una delle due estremità del pane contadino viene tolta la mollica in modo che la crosta croccante diventi una sorta di piatto fondo per contenere gli ingredienti tipici della tradizione napoletana.

Nella tradizione i panini devono essere farciti con il ragù di carne, nel tempo sono nate tante alternative a questa ricetta classica e tradizionale.

Tra le ricette più utilizzate troviamo ricette con melanzane e funghi alla parmigiana e patate in umido. Ma ci sono anche varianti con mortadella e provola di Agerola o con pesce o frutti di mare, o’cuzzetiello e Nutella ed infine una versione vegetariana con le verdure.

Ma come è nato il cuzzetiello? Il rito della cucina del ragù della domenica napoletana è strettamente legato al cuzzetiello. Per decenni, nelle case napoletane catturare un cuzzetiello è stata una sfida: solo i più veloci e fortunati possono gustare questa prelibatezza, immersi nel ragù.

Ecco la ricetta di questa merenna

Come prima ricetta non possiamo non citare il cuzzetiello classico, la ricetta tradizionale da cui tutto è nato.

Cuzzutiello Polpette e Ragù

Bisogna comprare:

  • 600 g di macinato
  • 2 uova
  • 200 g di parmigiano
  • prezzemolo quanto basta
  • 1 bicchiere di latte
  • 1 bottiglia di passata di pomodoro
  • 2 cucchiai di olio extra-vergine d’oliva
  • 1 cipolla piccola
  • sale
  • pepe

Mettere questi ingredienti in più ciotole, in quella più grande si deve inserire il macinato e amalgamare per formare le polpette mentre nell’altra s’inserisce 170 g di mollica tolta dal pane per farla ammollare con del latte. Aggiungere due uova al macinato insieme al parmigiano, prezzemolo, sale e pepe e amalgamare il tutto.

Bisogna strizzare la mollica e poi metterla nel composto amalgamando il tutto . Ora si possono formare delle polpette e lasciarle riposare almeno 30 minuti in frigorifero.

Intanto si deve soffriggere un po’ di olio con la cipolla ben affettata e aggiungere un quarto della passata di pomodoro, mescolarle, e farle bollire per 15 minuti e poi aggiungere un’altra parte e ripetete questo procedimento un quarto di passata alla volta.

Poi bollire il sugo fino a quando non si è creata un’areola di olio sui bordi della pentola, a questo punto potete inserire le polpette. 

A questo punto bisogna cuocere il tutto per almeno 40 minuti a fiamma bassa. Controllare quanto il sugo si restringe e gestirlo fiamma, nel frattempo regolare tutto con pepe e sale se necessario. Una volta pronto si può farcire il pane per formare la ricetta tradizionale del cuzzitiello con polpette e ragù.

Buon appetito!

Sottotitolo: Ecco la ricetta con la ricetta tradizionale: polpette e ragù!

image_pdfimage_print

Ultimi articoli