22.6 C
Napoli
venerdì, 30 Settembre 2022

Courmayeur: è la meta più ambita

Da non perdere

Emanuela Iovinehttps://www.21secolo.news
Ambiziosa, testarda e determinata. Napoletana ma residente a Gallarate. Ho conseguito la Laurea Magistrale in Filologia Moderna presso l'Università degli Studi di Napoli "Federico II", presentando una tesi dal titolo: "Tendenze Linguistiche del Giornalismo dalla carta al web". Iscritta dal Novembre 2016 all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti della Campania. Diplomata nel Giugno 2013 in danza classica e moderna e attualmente docente di lettere.

Courmayeur, comune italiano della Valle d’Aosta si riconferma anche quest’anno la meta più ambita per le vacanze invernali di turisti sia italiani che stranieri. Sorge ai piedi del Monte Bianco ed è l’unico comune d’Italia a confinare sia con la Francia a cui si accede attraverso il famoso Traforo del Monte Bianco e sia con la Svizzera.

trekking
trekking

La città cominciò a divenire famosa a livello turistico ma prettamente termale durante il XVII secolo grazie alle quattro sorgenti d’acqua solforosa che vi erano. Successivamente vennero poi svolte esplorazioni sul Monte Bianco a opera di numerosi alpinisti che favorirono la crescita della località in breve tempo, tanto che venne nominata insieme a Chamonix, capitale dell’alpinismo mondiale. Immediata conseguenza di tanto sviluppo fu la nascita di oltre 100 Km di pista e impianti sciistici sul territorio. Per gli scisti più esperti, il territorio offre la possibilità di praticare scii fuoripista e heliski, pratica che abbina l’esperienza di vivere l’adrenalina di un volo in elicottero con il fascino di una discesa fuoripista sul ghiaccio del Toula, nella Vallée Blanche o in Val Ferret. Meta turistica invernale tra le più amate d’Europa per la bellezza delle piste da scii, dei panorami di montagna e per la vivace vita mondana che offre. Courmayeur è molto frequentata anche in estate per la varietà di sport che è possibile praticare, il trekking; la mountain bike; l’alpinismo e tanti altri.

Località importante anche per il turismo culturale e gastronomico, infatti nei comini di La Salle e Morgex è possibile visionare a più di 1200 metri estesissimi vigneti e deliziare il palato con prodotti tipici del posto come, il salignòun, ricotta piccante; il reblec, formaggio fresco; le saouseusse, salame di carne bovina o suina a cui insieme al lardo vengono aggiunte spezie e le tegole, biscotti a base di nocciole, vaniglie e mandorle. Luogo da visitare assolutamente è inoltre, il Fun Park Dolonne, uno dei parchi divertimento più apprezzati e attrezzati insieme al Courmayeur Sport Center.

 

image_pdfimage_print

Ultimi articoli