4shared
3.4 C
Napoli
martedì, 25 Gennaio 2022

Corpo e mente: Gli effetti della quarantena sull’uomo

Da non perdere

Emanuela Iovinehttps://www.21secolo.news
Ambiziosa, testarda e determinata. Napoletana ma residente a Gallarate. Ho conseguito la Laurea Magistrale in Filologia Moderna presso l'Università degli Studi di Napoli "Federico II", presentando una tesi dal titolo: "Tendenze Linguistiche del Giornalismo dalla carta al web". Iscritta dal Novembre 2016 all'Ordine dei Giornalisti Pubblicisti della Campania. Diplomata nel Giugno 2013 in danza classica e moderna e attualmente docente di lettere.

Il corpo e la mente stanno risentendo delle restrizioni dovute alla quarantena, in cui la popolazione mondiale versa ormai da più di un mese.

Un mese di lockdown, infatti, può compromettere la salute di corpo e mente dell’essere umano, costretto per lungo tempo a restare a casa per frenare l’avanzata del Coronavirus. Gli individui maggiormente a rischio risultano essere allo stato attuale gli adulti con pregressi problemi di salute.

Si tratta di un lavoro scientifico portato avanti da Stephen Zhang dell’Ateneo australiano di Adelaide. Tale studio ha interessato circa quattrocento persone cinesi, che sono state sottoposte a periodici controlli per testare l’effetto provocato dal protrarsi della quarantena su di loro. Un individuo su quattro, in Cina, ha continuato a svolgere le normali attività lavorative recandosi in ufficio; il 38% è passato allo smart-working e il 25% ha dovuto, invece, sospendere l’attività lavorativa.

Tra essi, i meno soddisfatti della propria vita in quarantena sono risultati quelli che si presentavano come più attivi a livello fisico e bisognerà quindi andare avanti con ulteriori studi per verificarne la causa. Andreas Rauch dell’Università di Sidney, in merito a ciò ha dichiarato: “Le nostre aspettative erano altre. Ci aspettavamo che coloro che hanno dovuto smettere di lavorare ne avrebbero risentito maggiormente in termini di salute fisica e mentale a causa dell’entrata in gioco di un forte stress”.

Il lavoro, infatti, aiuta l’essere umano a dare un senso alla propria vita, offrendo anche una routine quotidiana che ancor di più in questa situazione di pandemia globale può aiutarlo donandogli momenti di distrazione. Il Coronavirus ha stravolto la nostra vita sotto ogni punto di vista: lavorativo, familiare e della salute. Il suo impatto sulle persone con situazioni cliniche già compromesse ne ha causato la morte, ma su molte altre ha provocato e continua a provocare altri tipi di problemi da considerare altrettanto preoccupanti. Parliamo ad esempio della salute mentale, che la pandemia sta mettendo a dura prova in molti casi e che dovrà essere oggetto di particolare attenzione quando torneremo alla normalità.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli