Coronavirus:Danni economici per il settore industriale Il Coronavirus sta creando danni economici a livello globale. Si spera nella ripresa del settore industriale

Il fenomeno del coronavirus è, ad oggi, un problema a livello globale. Non solo, ha portato danni alla popolazione, ma con l’avanzare dell’epidemia, anche l’economia fa un passo indietro.

Nell’ambito del commercio, il coronavirus sta portando danni fondamentali, che a lungo andare potrebbero  portare ad una crisi globale.

Questo, è un periodo in cui il lusso, il turismo e l’elettronica sono in continuo sviluppo. Di conseguenza, il commercio internazionale, tra le varie nazioni (in particolare tra Cina e Nazioni Europee) è in crisi.

Infatti, per adesso, tutte le fabbriche sono chiuse. Quindi, tutte le aziende, italiane e non, che producono in Cina, stanno subendo delle ripercussioni. Inoltre, il rischio che molti lavoratori non rientrino a lavoro è alto, di conseguenza potrebbero diminuire le capacità produttive delle fabbriche, allontanando gli acquirenti.

In Cina, le aziende che hanno avuto danni maggiori, sono le aziende private implicate nel settore turistico, e le aziende che producono e vendono mezzi di trasporto.

Invece, in Europa, le aziende che sembra stiano avendo maggiori problemi sono quelle del settore abbigliamento e quelle che si occupano della vendita nel di giocattoli e peluche.

Nonostante ciò, i danni causati dall’epidemia potrebbero non esser un problema se ci sarà una rapida ripresa. A confermarlo è Kristalina Georgieva, direttrice nazionale del Fondo Monetario Internazionale. Secondo Georgieva, una corretta e rapida contrazione della crescita contribuirà alla ripresa del settore industriale.

Print Friendly, PDF & Email

more recommended stories

Pin It on Pinterest