Comune di Napoli, la delibera contro il Coronavirus Le misure atte a prevenire il contagio del virus

Arriva un provvedimento importante per fronteggiare l’emergenza costituita dal Coronavirus. Nella notte la giunta del comune di Napoli ha approvato una delibera che riguarda le misure necessarie a prevenire il contagio del virus. Tale delibera comprende il rinvio di scadenze e pagamenti e si estenderà fino al termine dell’emergenza.

Ad esprimersi sul provvedimento è il primo cittadino Luigi De Magistris, che ha asserito: “Abbiamo approvato una delibera importante. Prevede il rinvio di una serie di scadenze, pagamenti e imposte fino a cessata emergenza. Ad esempio: la gratuità di strisce blu e parcheggi e deroghe per la ztl, la sospensione dei fitti e delle pigioni degli esercizi commerciali. Questa delibera  fa di Napoli un comune in prima linea nella rapidità delle misure di supporto alle imprese, attività commerciali, lavoratori e alla comunità tutta. Inoltre, continuiamo a chiedere al governo l’adozione di tutte le misure straordinarie”.

La delibera va a toccare diversi ambiti, nello specifico si applica a:

– Asili nido e scuole comunali, il provvedimento prevede: la chiusura di scuole e nidi e la sospensione della quota contributiva ai nidi durante il periodo di chiusura.  Le famiglie che hanno già versato il proprio contributo per il mese di marzo 2020 hanno la possibilità di recuperare quanto versato sul primo mese che segue la riapertura. Per quanto riguarda il servizio mensa, il comune ha previsto il rinvio al 15 maggio 2020 dei pagamenti per i pasti consumati nei mesi di gennaio e febbraio 2020.

– Fitti, canoni e tributi, la delibera prevede le seguenti scadenze:

– Canone per l’Occupazione del Suolo e delle Aree Pubbliche (COSAP): 30 giugno – 30 settembre – 31 dicembre.

– TARI: 16 giugno 2020.

– Mentre per i fitti attivi ad uso abitativo di proprietà del comune, la dibera prevede il rinvio della scadenza del pagamento del canone per tre mesi, partendo dal bollettino di marzo, senza incorrere in more o sanzioni. Per i fitti attivi che riguardano locali ad uso non abitativo di proprietà del comune la delibera prevede la sospensione del pagamento del canone fino al termine  dell’emergenza.

– Ztl, la delibera comprende l’autorizzazione ad accedere alle zone ztl della città e la sosta libera e gratuita in aree di sosta a pagamento, da parte di alcune categorie professionali, nello specifico: Operatori sanitari, Giornalisti, Amministratori, Agenti della Polizia Locale, Dipendenti impiegati nei servizi per la tutela dei beni culturali appartenenti all’amministrazione, Categorie di soggetti impegnati in attività collegate all’emergenza e i Dipendenti del Comune di Napoli che usufruiscono del mezzo privato.

Per poter mettere in atto tali provvedimenti sarà necessario notificare i  numeri di targa delle proprie vetture. Per l’accesso alle zone Ztl bisognerà  inviare una mail all’ufficio permessi temporanei all’indirizzo: permessitemporanei.ztl@comune.napoli.it, mentre per i permessi sulle aree di sosta a pagamento senza custodia, bisognerà contattare l’indirizzo dell’ANM: infoautorizzazioni@anm.it.

– Uffici Comunali, la delibera ha disposto l’applicazione di procedure d’emergenza per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale, di attrezzature finalizzate all’igienizzazione urbana e di ogni altro dispositivo utile a gestire l’emergenza.

Per quanto riguarda le entrate comunali è stata disposta l’esenzione dal pagamento del COSAP, l’esenzione dal pagamento del canone patrimoniale per i mercati in sede fissa, delle agevolazioni per il pagamento della TARI ed, infine, la modifica dei termini del regolamento per il versamento delle somme acquisite  dagli esercizi alberghieri e di altre strutture come Imposta di Soggiorno per l’anno 2020.

Print Friendly, PDF & Email

more recommended stories