La Juventus si porta a casa il primo titolo!

Ok
La Coppa Italia 2018 va alla Juventus

In una bella serata di calcio, allo Stadio Olimpico di Roma, la Juventus vince 4 a 0 contro il Milan, conquistando la quarta Coppa Italia di fila. Meritatissimo il successo dei bianconeri che non hanno lasciato letteralmente alcuna chance al Milan.

I bianconeri arrivano alla finale, forti dell’allungo in campionato sulla diretta inseguitrice, il Napoli e con la quasi matematica certezza, che domenica festeggeranno l’ennesimo scudetto. Mister Allegri, ha schierato la migliore formazione mettendo in campo Buffon, Cuadrado, Barzagli, Benatia, Asamoah, Khedira, Pjanic, Matuidi, Douglas Costa, Mandzukic, Dybala.

Rino Gattuso invece, consapevole della sfida ardua, e della forza degli avversari,  ha cercato di caricare come sempre al massimo i suoi uomini, inculcando loro lo spirito Combattivo e guerriero che è  marchio di fabbrica dell’allenatore rossonero, conscio che solo una partita di temperamento potrà consentire alla sua squadra, di fronteggiare la Juventus, tecnicamente avvantaggiata. Il Milan mette quindi in campo, Donnarumma, Calabria, Bonucci, Romagnoli, Rodriguez, kessie, Locatelli, Bonaventura, Suso, Cutrone, Calhanoglu.

Arbitro, D’Amato di Barletta, davanti ad uno stadio Colmo in ogni ordine di posti.

Primo tempo tutto sommato equilibrato, con le squadre bloccate da un esasperato tatticismo. Tutto invece accade nel secondo tempo, quando al 56esimo, su angolo battuto da Pjanic, Benatia, di testa anticipa la retroguardia rossonera, insaccando la rete dell’uno a zero. Passa pochissimo tempo e al 64esimo una staffilata di Douglas costa,  complice anche un Donnarumma poco attento, consente alla Juventus di portarsi Sul 2 a 0. Il portiere Rossonero, purtroppo non in serata, regala ancora una volta la palla a Benatia, che non si fa pregare e firma al sessantaquattresimo la rete del 3 a 0. In pratica è  la fine della partita.  Il Milan è stordito,  ma anche sfortunato e colpisce un palo con Matuidi,  che in azione difensiva, per poco non sigla un autogol. Al contrario invece l’autorete viene realizzata da kalinic che sull’ennesimo angolo battuto da Pjanic firma il 4 a 0 al minuto 76.

Poco da fare per il Milan, con una Juventus che ha dominato in lungo e in largo, manifestando uno strapotere che in alcuni tratti è apparso addirittura imbarazzante per il Diavolo.

Amaro il commento di Gattuso, che ha dovuto assistere impotente alla disfatta dei suoi uomini, sgretolatisi nel secondo tempo, come neve al sole. Onesta la dichiarazione del mister Rossonero, il quale intervistato  ha dichiarato: “gli errori sono stati commessi per la troppa pressione, bisogna guardare questa sconfitta come  è arrivata e non buttare tutto via

Di tutt’altro tenore le dichiarazioni di Massimiliano Allegri il quale ai microfoni ha riferito : ” I ragazzi hanno fatto una partita straordinaria e hanno meritato questa vittoria”, aggiungendo poi, “ci vuole sempre molta calma, il primo tempo era complicato, loro hanno chiuso tutti gli spazi. Successivamente la tecnica ha fatto la differenza” . Con il successo di questa sera la Juve non solo stabilisce il record di 4 coppe Italia consecutive vinte, ma raggiunge, arricchendo  il suo palmares, il numero record di 13 vittorie della competizione. Una bella soddisfazione per l’allenatore delle zebre, in attesa della matematica certezza, per il raggiungimento dello scudetto, che si attende per la prossima domenica.

Che la festa dunque continui.

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO