Coppa Italia, si va verso l’anticipo di Napoli-Inter Non è ancora ufficiale, ma potrebbe diventarlo nelle prossime ore

Come noto ritorna il calcio giocato nel mese di giugno. Negli scorsi giorni, le polemiche legate al calendario della Coppa Italia, sembrebbe aver portato delle conseguenze sulla data in cui si giocherà Napoli-Inter, semifinale di ritorno dopo lo 0-1 a San Siro.

Infatti, stando a quanto riporta il Corriere dello Sport, si va verso l’anticipazione della gara del San Paolo al 12 giugno. Ad oggi ancora non si ha alcuna ufficialità, ma l’ira nerazzurra degli ultimi giorni avrebbe sortito un certo effetto. La società di Suning, infatti, aveva minacciato di far scendere in campo i ragazzi della Primavera come forma di protesta per dover giocare 3 partite in una settimana (in caso di passaggio del turno), dopo un lungo periodo di inattività.

Dunque, se la decisione di anticipare il match venisse approvata, la partita si giocherebbe 2 giorni prima rispetto al previsto, in modo da dare maggior respiro alla squadra di Antonio Conte. Di conseguenza, si invertirebbe l’ordine delle 2 semifinale, in quanto Juventus-Milan resta da disputarsi in data 13 giugno.

Per lo spostamento di Napoli-Inter c’è già un’intesa con Vincenzo Spadafora. Nelle prossime ore, o magari stesso in giornata, potrebbe arrivare anche quello del Ministro della Salute, Roberto Speranza.

Un’opzione alternativa sarebbe quella di rimandare la finale di Coppa Italia, attualmente prevista per il 17 giugno a Roma. Tuttavia questa soluzione non sarebbe molto gradita dalla Lega Calcio, che vorrebbe concludere prima la Coppa nazionale, per poi riprendere il campionato dal 19 giugno, con l’anticipo Atalanta-Sassuolo.

Vedremo quale sarà la decisione definitiva. Sicuramente, essendo in un periodo di emergenza, c’è bisogno di spirito di collaborazione da parte delle società di Serie A. Tutti, chi più e chi meno, sono chiamati agli straordinari con un calendario fitto di impegni ravvicinati.

Di certo sarà una stagione che non si dimenticherà facilmente, dopo tutto ciò che è successo ed il lungo stop. Tra poco però è tempo di ripartire, per la felicità di milioni di appassionati e per tutte quelle persone che nel calcio, o intorno ad esso, ci lavorano.

Print Friendly, PDF & Email

more recommended stories