17.1 C
Napoli
domenica, 2 Ottobre 2022

Tennis. Andy Murray teme Napoli

Da non perdere

Raffaele Romano
Collaboratore XXI Secolo. Iscritto alla facoltà di Scienze Politiche e aspirante giornalista pubblicista. Motivato da un forte interesse riguardante il mondo delle "news" in ogni tipo di settore e campo. Fin dall'adolescenza, molto attratto dal giornalismo e dall'idea di ricoprire in futuro, ruoli più affini a tale sogno.

Manca davvero pochissimo alla sfida di Coppa Davis tra Italia e Gran Bretagna in programma a Napoli. Nel campo, allestito a via Caracciolo, sono stati venduti quasi tutti i biglietti per assistere alle sfide.

Le partite si giocheranno all’Arena del tennis sul Lungomare di Napoli e il campo verrà benedetto dal cardinale Crescenzio Sepe nel giorno dell’inaugurazione della prima gara, in programma il 4 aprile. Per questa tre giorni di tennis internazionale sono stati già venduti anche 2.000 abbonamenti. Un evento molto atteso dalla città di Napoli, che vedrà il coinvolgimento anche di diversi politici, tra questi il ministro della salute Beatrice Lorenzin, che nella giornata di domenica parteciperà ad un convegno presso il Tennis club Napoli. Insomma un evento che si preannuncia scoppiettante in campo e fuori. Il lavoro negli uffici del Tennis club Napoli prosegue senza sosta, tutti al lavoro, ogni giorno, per preparare ogni dettaglio al meglio.  

Un evento atteso non solo a Napoli, ma in tutta la Nazione, infatti per il tennis italiano è un periodo storico molto importante: Fabio Fognini ha da poco festeggiato il suo “best ranking” come 14° in ATP; Andreas Seppi continua a navigare tra i primi 30 giocatori al mondo.

Sull’Arena del Tennis scenderà in campo Andy Murray, vincitore di Wimbledon nel 2013 e delle Olimpiadi del 2012. Gli ingredienti ci sono tutti per assistere ad una sfida indimenticabile. L’Italia è favorita, anche se di poco, ma nel tennis gli equilibri possono essere spostati da mille imprevedibili varianti. La Gran Bretagna è andata a vincere negli Stati Uniti, e anche stavolta il doppio, che si giocherà sabato 5 aprile sul campo di via Caracciolo, potrebbe decidere la sfida. Proprio in questi giorni il vincitore di Wimbledon, Andy Murray, che  guiderà la selezione della Gran Bretagna, ha lasciato intendere che teme molto questa sfida contro gli azzurri, rilasciando le seguenti dichiarazioni dopo il torneo ATP di Miami: “Giocare sulla terra contro l’Italia è una bella sfida”.

Appuntamento quindi dal 4 al 6 aprile sul lungomare di Napoli.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli