4shared
9.7 C
Napoli
giovedì, 20 Gennaio 2022

Consumi fermi e crollo gli investimenti

Da non perdere

Raffaele Della Rotonda
Collaboratore XXI Secolo.

Consumi fermi e crollo degli investimenti. E’ quanto emerge dai dati Istat relativi al terzo trimestre 2014.

Nel terzo trimestre 2014 i consumi hanno fatto registrare una crescita quasi nulla rispetto al secondo trimestre mentre gli investimenti sono calati dell’1%. Le importazioni sono diminuite dello 0,3% e le esportazioni sono aumentate dello 0,2%. L’Istat, inoltre, ha registrato andamenti congiunturali nel settore dell’agricoltura (-0,1%), dell’industria in senso stretto (-0,6%) e delle costruzioni (-1,1%).

In sostanza, l’economia italiana, secondo i rilievi Istat, nel terzo trimestre del 2014 ha registrato una contrazione dello 0,1% rispetto al trimestre precedente.

È ancora lunga la lista di dati negativi che delineano le poco felici condizioni del sistema economico italiano. Nell’ultimo triennio i consumi medi delle famiglie sono diminuiti del 10,7%, pari ad una riduzione, in termini economici, di oltre 78 miliardi di euro. Lo affermano, in una nota, Federconsumatori e Adusbef: “siamo di fronte all’ennesima conferma di ciò che rivendichiamo da tempo: l’urgenza di una coraggiosa ed intraprendente azione tesa a restituire potere di acquisto alle famiglie e, la strada maestra per farlo, è un piano straordinario per il rilancio dell’occupazione. È ora di eliminare categoricamente da ogni disegno del Governo qualsiasi manovra che distolga risorse da tale scopo”.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli