16.7 C
Napoli
sabato, 3 Dicembre 2022

Consigliami una lettura a Castel Sant’Elmo

Da non perdere

Consigliami una lettura… per il Museo del Novecento è il progetto nato lo scorso febbraio per approfondire e diffondere la conoscenza del Museo di Castel Sant’Elmo e della collezione Novecento a Napoli 1910-1980. Lo spettatore sarà chiamato a partecipare attivamente alla mostra attraverso i social network: le opere saranno lette ed interpretate a piacimento secondo la propria inclinazione, la quale potrà poi essere esposta e postata sulla pagina Facebook dell’evento. Istruzioni per l’uso? Scegliere una poesia, un brano musicale, una citazione, un video da associare ad un’opera della collezione e inserirlo su Facebook, per dare un punto di vista soggettivo, che offra al pubblico futuro possibili spunti per una sua reinterpretazione.

Con Consigliami una lettura… si intende ampliare il Museo virtualmente: un Museo in progress, capace di coinvolgere utenti reali e virtuali, accompagnati non da esperti, ma dallo stesso pubblico in una lettura consigliata e guidata delle opere d’arte. Anche coloro che non hanno visitato la mostra potranno partecipare, cliccando Mi piace sull’opera che li ha colpiti o commentando con un  link o una citazione da associare all’immagine. L’iniziativa potrebbe essere definita una forma d’arte fatta dal popolo, che apre le proprie porte ad ogni tipo di pubblico; una forma d’arte virtuale, che si adatta all’epoca degli smartphone e dei social network: è possibile infatti anche scaricare, tramite un’App, il codice QR che permette l’accesso immediato alla pagina Facebook del Castello.

Guido Biasi, Luigi Castellano, Renato Barisani, Alberto Chiancone, Nino Longobardi e molti altri: 190 opere esposte negli spazi del Carcere Alto di Castel Sant’Elmo, circa 90 artisti napoletani e non, che offrono attraverso pitture, sculture e sperimentazioni grafiche, le loro personali istantanee della ‘terra del sole’ napoletana del Novecento. Il primo tema trattato è stato l’amore, colto in tutte le sue sfumature e ispirato dalle opere e dalle installazioni presenti nel complesso monumentale. Il progetto sarà attivo per un anno, terminerà infatti il 13 febbraio 2015.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli