24.4 C
Napoli
mercoledì, 6 Luglio 2022

Comunali Campania 2022: i risultati

Da non perdere

Sono 89 i comuni della regione Campania, che domenica 12 giugno sono stati chiamati alle urne per l’elezione del primo cittadino. 14 sono in provincia di Avellino, 11 nel Beneventano, 17 nella zona di Caserta, 34 nel Salernitano e 13 nell’area metropolitana di Napoli. In tutta la regione, 12 le città al voto sopra i 15 mila abitanti (Capua, Mondragone, Acerra, Ischia, Nola, Portici, Pozzuoli, Sant’Antimo, Somma Vesuviana, Agropoli, Mercato San Severino, Nocera Inferiore) che potrebbero quindi andare al ballottaggio. Negli altri 77 comuni il sindaco è stato eletto al primo tentativo.

I comuni al ballottaggio

Proprio il ballottaggio del 26 giugno deciderà il prossimo sindaco dei comuni di Capua (Caserta) e Pozzuoli (Napoli). I dati definitivi relativi all’election day di domenica 12 giugno certificano che nei due comuni nessuno dei candidati alla carica di sindaco ha superato il 50% dei consensi. Nel comune flegreo la sfida sarà tra Luigi Manzoni, forte del 46,35% dei voti ottenuti al primo turno, e Paolo Ismeno che ottiene il 41%. Entrambi i sindaci sono di area centrosinistra con il Pd che si è tirato fuori dalla corsa non presentando il simbolo. Tutti fermi sotto il dieci percento gli altri tre aspiranti sindaci: Raffaele Postiglione (civiche + Pap) ottiene il 7,39%, Antonio Caso (M5s) il 3,20 e Paolo Guerriero (FdI) il 2,05%. A Capua la sfida sarà tra Adolfo Villani, il candidato dell’asse progressista Pd-M5s, che raggiunge il 34,82%, e Fernando Brogna, a guida di una coalizione civica, che ottiene il 25,29%. Gli altri due sfidanti, Carmela Del Basso (civiche e Azione) e Paolo Romano (civiche e Noi di Centro), si fermano rispettivamente al 20,78 e al 19,11%.

Napoli

Acerra

Tito D’Errico a capo di una coalizione formata da Azione, Europa Verde e da dieci liste civiche, è il nuovo sindaco di Acerra. Si è fermato fermato al 30% Andrea Piatto, nonostante il sostegno di Pd e M5S.

Portici

Vincenzo Cuomo è stato eletto sindaco per il quarto mandato. Cuomo già primo cittadino nel 2004, 2009, 2017 ha ottenuto oltre l’80% dei consensi, con una coalizione guidata dal Pd. Si ferma al 13,98% Aldo Agnello (M5S, Sinistra italiana ed Europa Verde), al 4,12% Mauro Mori (Fratelli D’Italia).

Somma Vesuviana 

É stato rieletto Salvatore di Sarno, sostenuto dal Movimento 5 Stelle, con oltre il 60% dei voi. Sconfitto Giuseppe Bianco del Pd.

Sant’Antimo 

A trionfare a Sant’Antimo Massimo Buonanno. Il candidato sindaco, sostenuto dal Pd e liste civiche, ha sconfitto Giuseppe Italia, ottenendo il 53% di preferenze.

Nola 

Carlo Buonauro è il nuovo sindaco di Nola. Buonauro, sostenuto dall’alleanza Pd-M5S ha ottenuto il 53% dei consensi, battendo Maurizio Barabato fermatosi al 44%.

Ischia

Vincenzo Ferrandino riconfermato sindaco di Ischia. La candidatura sostenuta dal Pd ha ottenuto oltre il 90% dei consensi, complice il fatto che molti suoi avversari della vigilia non avevano presentato liste e, alla fine, si era proposto il solo Gennaro Savio del Partito marxista leninista.

Salerno

Nocera Inferiore 

Paolo De Maio è il nuovo primo cittadino di Nocera Inferiore. Il rischio ballottaggio è stato scongiurato, la candidatura sostenuta da Pd e liste civiche ha ottenuto il 53,3% dei voti.

Mercato San Severino 

Antonio Somma è stato rieletto sindaco di Mercato San Severino, scongiurando il rischio ballottaggio. Somma ha ottenuto il 60% delle preferenze, superando Luigi Lupone al 16,6%, Carmine Ansalone al 11,4% e Giovanni Romano fermatosi al 9,6%.

Agropoli 

Roberto Mutalipassi passa al primo turno. È lui il nuovo sindaco di Agropoli. La sua coalizione, sostenuta dal Pd e liste civiche, ha ottenuto il 52% delle preferenze. Con il crollo di Massimo La Porta sostenuto da quattro liste e che si è fermato al 16%, è stato Raffaele Pesce il secondo candidato sindaco più votato. Per lui il 22% dei voti pur essendo sostenuto soltanto da due gruppi civici.

Caserta

Mondragone

Francesco Lavanga è diventato nuovo sindaco di Mondragone già al primo turno. Il vicesindaco uscente, candidato del Patto Civico rinnovato promosso dal consigliere regionale Giovanni Zannini, ha ampiamente superato la concorrenza di Achille Cennami, fermo al 20% e Marco Pizzella all’11%.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli