4shared
20.8 C
Napoli
mercoledì, 22 Settembre 2021

Come preparare la red velvet: un dolce americano di tendenza

Da non perdere

Anna Borriello
Scrivo per confrontarmi col mondo senza ipocrisie e per riflettere sul rapporto irriducibile che ci lega ad esso.

Come preparare una red velvet perfetta? Di certo la red velvet è una torta d’impatto: di colore rosso acceso e avvolta da una golosa crema alla vaniglia e al burro, lascia tutti a bocca aperta. Si sa, noi italiani in cucina siamo schizzinosi e non a tutti potrebbe apparire invitante una torta dal colore così acceso. Eppure, la red velvet sta riscuotendo un enorme successo per via della semplicità dei sapori e della ricchezza dei suoi ingredienti. Questa torta dalla consistenza soffice, nonostante non sia previsto lievito nella preparazione, è sicuramente molto scenografica.

Il dolce americano raggiunge la fama negli anni sessanta, in linea con la diffusione delle ‘crazy cakes’, e diventa presto un classico della cucina in America. Per San Valentino o per un matrimonio, la red velvet ha conquistato il cuore degli americani e adesso si sta facendo strada anche in Europa.

Come si ottiene il colore rosso acceso? La tradizione non prevede l’utilizzo di coloranti. La red velvet è una torta che nasce nel periodo della Grande Depressione americana, periodo in cui di certo non si poteva acquistare il colorante alimentare con facilità. Il rosso, infatti, nella ricetta originale proviene dalla reazione chimica tra cacao e latticello, anche se le ricette contemporanee prevedono invece l’utilizzo del colorante.

Le origini del famoso dolce

Le leggende intorno alla nascita della torta red velvet sono moltissime. Una delle più curiose e, forse meno attendibili, riguarda una vendicativa signora di San Francisco. La leggenda racconta di una cena lussuosa finita male al Waldorf-Astoria: la donna, impressionata dalla torta red velvet, chiese allo chef di rivelarle la ricetta segreta. In cambio della ricetta, lo chef, però, le inviò un conto di 300 dollari. Così, colpita dal conto salato, la signora decise di distribuire cartoncini con la ricetta della red velvet sugli autobus di San José.

Un’altra storia, decisamente più verosimile, racconta dell’intuizione di marketing di John Adams. Nel 1888, John Adams avviò la sua azienda produttrice di coloranti alimentari. Essendo, però, in piena Grande Depressione, non riuscì ad avere grande mercato per i suoi prodotti. Scoprì che il cacao e il latticello davano ai dolci una colorazione rossastra, così decise di sfruttare la cosa a suo favore. Presentò al pubblico una torta rosso acceso, diffondendo cartelloni pubblicitari in tutte le drogherie. Chiunque avesse comprato estratto di vaniglia e colorante rosso, avrebbe ricevuto la ricetta segreta.

Come preparare la red velvet: la ricetta di Magnolia Bakery

Oggi, la ricetta a cui si fa riferimento per la preparazione di una torta red velvet originale appartiene alla pasticceria Magnolia Bakery a New York. La ricetta spopola sui social, quindi, ecco come si prepara una red velvet perfetta.

Ingredienti per la base della torta:

  • 440 g di farina 00
  •  170 g di burro
  • 3 uova
  • 450 g di zucchero
  • sei cucchiaini colorante alimentare liquido
  • 16 g di cacao in polvere
  • 6 g di estratto di vaniglia
  • 9 g di sale fino
  • 370 g di yogurt
  • 7 g di aceto di mele
  • 7 g di bicarbonato

 

Ingredienti per la crema alla vaniglia:

  • 500 ml di latte intero
  • 50 g di farina 00
  • 450 g di burro
  • 400 g di zucchero semolato
  • 9 g di estratto di vaniglia

 

Quindi, come preparare la red velvet? Ecco la ricetta originale per la base. Bisogna montare il burro a temperatura ambiente con 225 g zucchero fino ad ottenere un composto gonfio e spumoso. Poi, bisogna aggiungere le uova una per volta, continuando ad aggiungere il restante zucchero. A questo punto, unire il colorante, il cacao e la vaniglia. Sciogliere il sale nello yogurt in una ciotola e aggiungere al composto aceto e bicarbonato. In ultimo, incorporare al burro con le uova la farina e lo yogurt con aceto e bicarbonato. Distribuire il composto in tre tortiere da 24 cm e infornare a 180° C per circa 30 minuti.

Per la crema, invece, bisogna riempire un pentolino con il latte freddo e sciogliere al suo interno la farina. Mettere il pentolino sul fuoco basso e far sobbollire, mescolando continuamente, per circa dieci minuti. Poi, si deve montare in un’altra ciotola il burro con lo zucchero e la vaniglia. Unire al burro il latte con la farina a temperatura ambiente.

Per la farcitura, poggiare la prima base di torta su un disco per dolci e spalmare su di esso il primo strato di crema. Proseguire con tutti gli strati e ricoprire la torta per intero con la crema. La torta dev’essere lasciata riposare in frigorifero prima di servirla.

 

 

 

 

image_pdfimage_print

Ultimi articoli