4shared
13.7 C
Napoli
giovedì, 2 Dicembre 2021

Colli Aminei furti e negozi presi di mira

Da non perdere

La scorsa notte ai Colli Aminei, un raid ieri notte in una gioielleria sita in Via Nicolardi, dove dei malviventi hanno forzato la saracinesca e le porte in vetro del negozio Baiano, introducendosi al suo interno.

Nella gioielleria hanno scassinato alcune vetrine, frantumandone il vetro e saccheggiato diversi gioielli.  Qualcuno in strada si è accorto di quello che stava accadendo ed ha prontamente allertato le forze dell’ordine: a quel punto i malviventi si sono resi conto della situazione scappati, abbandonando parte di quanto avevano rubato, a terra.

Altre situazioni analoghe si sono verificate nella zona che va dai Colli Aminei a Capodimonte. Circostanze preoccupanti, soprattutto perché mettono a rischio l’incolumità degli abitanti e di quanti hanno un’attività nell’ambito delle zone interessate. Una serie di eventi in successione, tutti in zone limitrofe, che destano sconcerto e timore, anche nel presidente Ivo Poggiani, della III municipalità, che chiede che si faccia luce su quanto accade, dibattendo del tema nella prossima riunione del comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica in prefettura.

Queste le parole preoccupate del presidente Poggiani:

“In questo mese è successo già altre volte e da settembre 2017 a oggi ho contato almeno venti colpi di questo tipo. Sta avvenendo sempre nella zona dei Colli Aminei e di Capodimonte. Siamo molto preoccupati di questa escalation che crea paura e colpisce gravemente le attività commerciali della municipalità”. 

Da quanto si apprende, oltre alla gioielleria, ad esser prese di mira, sono state anche altre attività commerciali, quali tabaccherie, farmacie, bar, in uno scenario che desta molta paura tra gli abitanti della zona.

Sulla vicenda si è espresso anche il sindaco Luigi De Magistris che ha affermato: “Ho chiesto di inserire al prossimo tavolo dell’ordine pubblico e sicurezza la questione; i Colli aminei sono un quartiere a vocazione commerciale e questa vocazione va tutelata”.

Naturalmente anche gli esercenti e i cittadini stessi, chiedono aiuto alle istituzioni, affinchè possano essere tutelati, richiedendo a gran voce più controlli soprattutto di sera e di notte. “Una sola volante in tutta la zona è troppo poco”, questa è una convinzione generale.

Il quartiere dev’essere tutelato e salvaguardato, il clima di paura che si è venuto a creare, sicuramente genera dei malcontenti e molto timore.

 

image_pdfimage_print

Ultimi articoli