Clara: l’horror girato a Bologna in uscita al cinema

Finalmente è in uscita al cinema Clara, il film horror ambientato nel luogo più misterioso di Bologna, Villa Clara, al civico 449 di via Zanardi.

Il film è stato scritto e diretto dal regista Francesco Longo. La pellicola verrà presentata in anteprima al cinema Orione, il 14 ottobre alle 21.15.

“Bologna è piena di luoghi misteriosi che attirano la mia attenzione” dice Francesco Longo in un’ intervista durante le riprese del film.

Trama

Helen Ludovisi, una ragazza inglese di origini italiane, riceve in eredità un’antica villa, conosciuta come “Villa Clara”. La giovane decide così di partire, per andare in Italia con il suo ragazzo Jacob e tre membri della sovrintendenza ai beni culturali del Regno Unito. Questi ultimi incontreranno una delegazione della sovrintendenza dei beni culturali di Bologna per pianificare il restauro della villa, la quale sembra avvolta da un alone di mistero. Infatti, si narra che nell’Ottocento, Clara, la figlia della famiglia Ludovisi a causa dei suoi poteri di chiaroveggenza, fu uccisa e murata all’interno del palazzo dal padre, il quale credeva che tali capacità fossero opera del demonio. Si dice che ancora oggi lo spirito di Clara continui a vagare tra le mura della dimora. Ma ciò non fermerà Helen e la troupe che rimarranno stranamente bloccati all’interno della villa.

Cast

Nel cast di “Clara” i bolognesi Orfeo Orlando, Giada Cameriere, Laura Spimpolo, Claudia Costa, Andrea Dante Monari, Alessandro Guarini, due attori inglesi, David White e Charles Goodger, e un’attrice canadese, Natasha Gosgnach.

Francesco Longo

Francesco Longo è un regista, videomaker e visual effects artist è appassionato di noir e soprannaturale. Molto legato alla città di Bologna. I suoi film sono stati selezionati a numerosi festival e concorsi in tutto il mondo, ricevendo nomination e premi. Al suo attivo anche una trilogia di cortometraggi psycho horror: “Skizophrenia”, “Claustrophobia” e “Nyctophobia”.

La leggenda di Villa Clara

Molte sono le leggende legate alla figura di Clara.

Una di queste narra che Clara fosse la figliastra del padrone di casa, la quale venne sorpresa con un sottoposto. Il patrigno, sentendosi disonorato, la murò viva all’interno della villa stessa.

Un’altra leggenda racconta invece che Clara fosse una bambina con poteri di chiaroveggenza, nata agli inizi del ‘900 e che il padre fece murare viva all’interno della villa perché pensava che la piccola fosse opera del demonio.

Si racconta che il fantasma di Clara si aggiri senza pace per le stanze di Villa Malvasia piangendo e lamentandosi.