Città della Gioia riparte da Napoli da A..mare

Anche quest'anno la onlus partenopea Città della Gioia da il via alla chermesse di fotografia sociale allo scopo unicamente di far risaltare il vivere e l'umano intorno al nostro meraviglioso mare e sensibilizzare sul suo valore enorme.

L’associazione Città della Gioia è una piccola realtà partenopea, sita nel quartiere Sanità di Napoli, in via Atri 33, sempre in prima linea sul fronte sociale, allo scopo di non lasciare mai indietro gli ultimi di questa città.

Presieduta dalla professoressa Gabriella Butera, coadiuvata dall’ instancabile coniuge Pasquale Savio, insieme ad altri docenti della nostra Napoli, pur di dare una mano in ogni modo ai figli lasciati per strada dalla società civile.

Anche quest’anno, allo scopo di promuovere il senso sociale dell’arte dell’obiettivo fotografico e dar manforte a coloro che vogliono trasmettere un’immagine, anche fisica, di questa città tanto distratta , prenderà il via l’edizione di fotografia sociale “Napoli da A…mare“.

Proprio la vita che circonda il litorale partenopea, con tutti i suoi colori e respiri sarà il soggetto di questa edizione, anche allo scopo di sensibilizzare i nostri concittadini all’esigenza del rispetto del mare e dell’acqua, bene soggetto sempre a innumerevoli sprechi e malversazioni da parte dell’uomo, ma che ha con l’uomo un rapporto primario, mettendo da parte la patina tipica da cartolina .

I partecipanti potranno inviare, fino al 5 novembre, un massimo di tre scatti con allegata la liberatoria, i quali saranno postati e visibili sul sito cittadellagioia.ue .

Il primo classificato avrà un premio pari a 100€, mentre, i migliori 13 scatti saranno selezionati e adoperati per la creazione del calendario della onlus, distribuito presso la sede della medesima gratuitamente.

Per tutte le info:

http://www.cittadellagioia.eu/web/progetti/centro-documentazione/2624-nostra-iniziativa-di-fotografia-sociale-napoli-da-mare

 

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO