26.7 C
Napoli
venerdì, 19 Agosto 2022

Circolo Pd di Minori: concluse indagini per falsificazione

Tessere false del pd, indagato sindaco del Salernitano.

Da non perdere

Indagini su tessere false al circolo Pd di Minori. Secondo la procura di Salerno avrebbero utilizzato la generalità di ignari cittadini per iscriverli al Partito Democratico di Minori, in Provincia di Salerno, con lo scopo di aumentare le adesioni al locale circolo del Partito.

Il sindaco di Minori è stato destinatario dell’avviso di conclusione delle indagini preliminari. Con lui anche l’attuale ex segretario del circolo Pd di Minori, e ancora altre 5 persone.

Le indagini su tessere false riprendono i fatti accaduti 4 anni fa

Infatti si sarebbe verificato nel 2017, mentre il giorno dell’avviso di conclusione  delle indagini è datato 28 maggio 2021.

Il reato in questione è quello della sostituzione di persona (articolo 494 codice penale):
“Chiunque al fine di procurare a sè o ad altri vantaggio o di recare ad altri in danno, induce taluno in errore, sostituendo illegittimamente la propria all’altrui persona, o attribuendo ad altri un falso nome, o un falso stato, ovvero una qualità a cui la legge attribuisce effetti giuridici, è punito, se il fatto non costituisce un altro delitto contro la fede pubblica, con la reclusione fino ad un anno.”

Il primo cittadino si è mostrato e fatto sentire “tranquillo” e “speranzoso” verso l’operato della magistratura. Per il sindaco di Minori: “Si tratterebbe di una denuncia dei soliti ormai noti che vogliono distruggere tutto quello che di buono si crea per incentivare una dialettica politica e per dare peso politico alla nostra cittadina e alla Costa D’Amalfi”.

Spiega inoltre: “di essersi adoperato in questi anni con tanti giovani e collaboratori con l’intento nel coinvolgere tanti cittadini nel nostro circolo per ascoltare e trovare soluzioni alle tante istanze. Nessuno dico, nessuno è mai stato tesserato senza consenso, nessuno ha tratto un vantaggio personale dal tesseramento e dalle attività del circolo ma soprattutto nessuno ha subito un danno nel nostro attivismo politico. Sono e siamo speranzosi nell’operato della magistratura sperando che faccia al più presto il suo corso.”

 

 

image_pdfimage_print

Ultimi articoli