Cinema, un film su D’Annunzio e la ricerca del cast

Sulle soglie del Gardone Riviera, dove presero luogo gli ultimi anni di vita del Poeta-Soldato, si è alla ricerca di un certo tipo di cast per rivivere il viere inimitabile del D'Annunzio

Sulla figura dell’ultimo Vate della letteratura italiana, Gabriele D’Annunzio, si sono sparse milioni e milioni di pagine che hanno interessato sia la critica letteraria, quanto la moda, la storia e il costume non solo italiano ma europeo, se non internazionale tra la Belle Epoque e il primo ventennio del Novecento.

Proprio il luogo che ha abbracciato gli ultimi anni della vita del Poeta-Vate, Gardone Riviera , sarà pronto ad ospitare il set per il film sul D’Annunzio, <<Il Cattivo Poeta>>, prodotto dalla Acient Film e diretto da Gianluca Iodice .

Una fatica non semplice data la biografia del poeta, nonché del personaggio, come spesso sottolineato dai suoi stessi insigni studiosi quali Annamaria Andreoli e Giordano Bruno Guerri, tra i custodi del patrimonio artistico e letterario del D’Annunzio e del “Vittoriale degli Italiani” .

Ma allo scopo di realizzare un ottima resa storica dell’Italia che animò il D’Annunzio, si è alla ricerca di un certo tipo di cast, oltre 200 persone,  il quale non soltanto abbia una certa soglia limite di età, ma che sia privo di tatuaggi, piercing ed altri requisiti precisi, atti a rappresentare l’italiano e non solo, dati i molteplici contatti tra il Vate e il Mondo Intellettuale Europeo, francese in primis .

Oltre all’assenza dei piercing e dei tatuaggi, il prototipo richiesto di comparsa per l’età, fra i 16 e i 75 anni, taglia, fra la 46 e la 52 ed altezza non superiore ad 1,80 . Tutte queste misure sono state consone a far si che i soggetti siano in grado di poter indossare i costumi dell’epoca e non stonare con la riprodotta scenografia dell’epoca, infatti ben accetti sono alcune acconciature di barba per uomo come pizzetto e baffi, mentre vietatissime per le donna son sopraccigli ritoccate .

Grazie alla disponibilità ed al patrocinio del Comune di Gardone Riviera, insieme all’Associazione Rai, potrà realizzarsi un vero docu-film sulla vita di uno dei più discussi intellettuali della storia d’Italia, operazione in parte già tentata nel 1986 con “D’Annunzio “, diretto da Sergio Nasca, in cui venivano riproposte vicende della gioventù del futuro Vate .

 

 

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO