7.6 C
Napoli
domenica, 29 Gennaio 2023

Il cimitero di spade

Da non perdere

Claudia Camillo
Collaboratore XXI Secolo.

Catelyn Tully, Eddard Stark, Joffrey Baratheon. Questo non è semplicemente un elenco di alcuni tra i personaggi più amati, o più odiati, della serie TV Game of Thrones, Il Trono di Spade, nata dal genio e dalla penna di George R. R. Martin, e portata sul piccolo schermo dall’emittente americana HBO per la prima volta il 17 aprile 2011; ma alcuni dei personaggi che, secondo gli innumerevoli fans in tutto il mondo, Martin ha ‘chiamato a sé’ troppo presto.

La serie è arrivata alla quarta stagione, di cui la prima puntata è stata trasmessa in America il 6 aprile scorso, mentre noi italiani abbiamo dovuto attendere il 9 aprile per poterla vedere, sottotitolata sull’emittente SkyAtlantic. Solo dal 18 aprile in poi, sempre sullo stesso canale, sarà possibile ‘gustarla’ doppiata in italiano. La prima puntata della nuova stagione, intitolata “Two Swords” è stata vista da 6,6 milioni di spettatori, diventando non solo la puntata più vista tra tutte e quattro le stagioni, ma l’episodio più visto in assoluto sull’emittente HBO, secondo solo al finale de “I Soprano”, che nel 2007 ha tenuto incollati allo schermo ben 11,9 milioni di persone.

Il modo nudo e crudo con cui l’autore Martin si disfa dei suoi stessi personaggi, protagonisti della serie TV, ispirata al ciclo di racconti fantasy Cronache del Ghiaccio e del Fuoco, A song of Ice and Fire, è ciò che più colpisce lo spettatore che, ad ogni puntata, assiste incredulo alla mattanza di personaggi, talvolta anche molto importanti. Ed è per ‘dire addio’ ai propri personaggi preferiti deceduti troppo presto che è stato creato un macabro cimitero ‘virtuale’, in cui sono presenti le tombe di tutti i personaggi morti nel corso delle prime tre stagioni e della quarta ancora in corso, così da non far sentire i fans ‘soli’. Basta connettersi ad Internet per ritrovarsi in una sorta di ‘terra sacra’ dove, cliccando sulla tomba del personaggio prescelto, sarà possibile lasciare un fiore in ricordo.

Purtroppo, come nella realtà, anche nel mondo virtuale i fiori sono destinati ad appassire e quindi sarà necessario collegarsi nuovamente prima che i webmaster del sito li cancellino.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli