4.4 C
Napoli
lunedì, 6 Febbraio 2023

Chiude un’altra libreria napoletana

Una decisione probabilmente dettata dalla - domanda - e quindi da una serie di meccanismi economici. Il mercato, anche quello culturale, cambia velocemente e decisioni come questa, diventano di fondamentale importanza.

Da non perdere

A Napoli chiude un’altra libreria. Si tratta della famosa libreria Feltrinelli di Via Chiaia, che chiuderà da lunedì 16 gennaio fino a giugno, per lavori di ristrutturazione.

Fortunatamente, a differenza di altri spazi culturali, la Feltrinelli di Napoli chiude solo temporaneamente.

Tanta l’amarezza dei napoletani che sono soliti frequentare il luogo di cultura, dove comprare o semplicemente consultare un libro. 

Si tratta della celebre e super frequentata libreria Feltrinelli di via Santa Caterina a Chiaia, quella di piazza dei Martiri per intenderci; una chiusura temporanea di quattro mesi e mezzo, dovuta ad un ridimensionamento dello spazio a disposizione. Un vero e proprio restyling che ridurrà, seppur di poco, la metratura occupata ma soprattutto alla chiusura del bar del piano interrato.

Chiude un’altra libreria in città

Un luogo della cultura molto importante per la città che vede una pausa, non lunghissima, ma di media durata, vista con un pizzico di amarezza.

La “buona nuova” secondo molti cittadini napoletani, principalmente giovani, è che chiuderà il ber sottostante, spesso utilizzato esclusivamente per bere una bibita e non per leggere. “Chi vuole sorseggiare un caffè può andare in un bar. La libreria è un luogo dove si legge, si esplora e si impara”, ha dichiarato un ragazzo all’uscita della libreria.

In realtà l’area bar inizialmente era nata con l’intento di creare uno spazio dove leggere, dato il poco spazio a disposizione, ma con il passare del tempo era diventata un vero e proprio luogo di ritrovo.

I lavori alla libreria di via Chiaia a Napoli, avranno inizio lunedì 16 gennaio e dovrebbero terminare entro le prime due settimane di giugno, salvo eventuali imprevisti che potrebbero rallentarne ulteriormente l’apertura.

In realtà, già negli ultimi mesi all’interno della Feltrinelli, qualcosa stava cambiando, si erano notate delle modifiche. Tra queste l’area musica, notevolmente ridotta,  con una parte della stessa sacrificata per altre tipologie di prodotti (come i Lego), ma il cambiamento era stato “giustificato” facendo riferimento alla gestione degli spazi.

Da quanto si è appreso, ai lavori di ridimensionamento (anche se minimi) si affiancheranno anche delle nuove proposte per chi frequenta la libreria. Probabilmente verrà creata un’area per TikToker ed influencer del libro, consentendo alla libreria di immergersi nella contemporaneità della comunicazione digitale. A ciò si aggiunge anche una migliore

e più efficace distribuzione dei libri e della merce in vendita, sino ad oggi un po’ confusionaria, a causa degli spazi organizzati secondo quelle che erano le esigenze del tempo. Ricordiamo infatti che la Feltrinelli di Via Chiaia a Napoli, è stata inaugurata nel 2001, ben ventidue anni fa.

Delle “scelte obbligate” probabilmente, che si rifanno ad un mercato in crescita e ad un target in continuo mutamento. I gusti cambiano, così come le esigenze dei lettori, quindi stare al passo con la domanda, è di fondamentale importanza.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli