Chi era Federico II?

Federico II di Svevia nasce da Enrico VI e Costanza d’Altavilla.

Eredita dal padre l’idea di formare un impero universale e dalla madre quella di rafforzare il potere centrale.

Federico II è una personalità molto particolare.

Fu il pupillo del papa Innocenzo III che gli fece da tutore.

Infatti la tolleranza religiosa e l’apertura culturale che lo caratterizzarono, derivano proprio dall’influenza di Innocenzo III su di lui e dalla Sicilia, luogo in cui egli è   vissuto.

A tale proposito è doveroso ricordare che egli ebbe una grande apertura nei confronti dei francescani e domenicani, ovvero i principali ordini mendicanti.

Egli come ha preso il potere dopo la morte dello zio Federico Barbarossa?

Inizialmente il papa Innocenzo III, nonostante fosse il tutore di Federico II, aveva appoggiato come imperatore Ottone  di Brunswick in quanto preoccupato del potere della dinastia degli Svegli  per la Santa Sede.

Tuttavia Brunswick non rispetta i patti stipulati, così Innocenzo III lo scomunica e appoggia Federico II come imperatore.

Si ricorda che Federico II si scontra poi con Brunswick  a Bouvines in Francia nel 1214 e questo scontro sarà vinto da Federico II che appunto poi diventerà re di Germania e Italia.

La sua figura di distinse anche in campo culturale.

Pertanto si evidenzia che a Napoli nel 1224 fondó  l’Università di Napoli per offrire una preparazione giuridica e culturale ai funzionari della sua corte.

Durante il suo regno, a Palermo nacque anche la scuola poetica siciliana, che diede vita al primo movimento della nostra storia letteraria.

Dopo essere stato deposto dal papa Innocenzo IV, subirà varie sconfitte in Italia e morirà in Puglia nel 1250, nella località di Castelfiorentino.

 

Print Friendly, PDF & Email

more recommended stories