16.7 C
Napoli
sabato, 3 Dicembre 2022

Chelsea, l’efficienza della teoria schopenhaueriana

Da non perdere

Caro Schopenhauer se fossi ancora in vita… alcune problematiche sarebbero frantumate in men che non si dica. Il mondo è veramente diviso in due forme, proprio come tu sostenevi. La prima è la forma della volontà; la seconda, quella più interessante, è la forma intellettuale, scientifica praticamente. E il mondo della forma scientifica deriva da una conoscenza sensibile. Ma conoscere il mondo attraverso la sensibilità non significa conoscerlo veramente. Il mondo pare trovarsi dietro un velo, il cosiddetto… come definirlo, il fulcro della tua filosofia Arthur, rinfresca la memoria al sottoscritto. Il velo di maya? Esattamente, proprio il velo di maya, il reale si nasconde proprio alle spalle di esso. Il nocciolo della questione, però, sembra che si stia muovendo e da ciò scaturisce il quesito, il quale, negli ultimi giorni, sta navigando nella mente dei tifosi dei Blues. Caro Chelsea, ti sei reso conto che è il momento di squartare questo velo di maya ed approdare nella realtà?

L‘oscurità ha invaso l’ultimo lasso temporale, il guardiano dilagante leone, presente sul logo del Chelsea, non è certamente soddisfatto. La sconfitta nell’ultimo turno con il Leicester non ha fatto altro che accentuare dei potenti sussulti, i quali potrebbero rivelarsi decisivi per le sorti di Frank Lampard. La panchina dell’ex centrocampista inglese comincia a traballare, un vento di cambiamento potrebbe presto spirare sull’ombra dello Big Ben, della costruzione del Buckingham Palace e di tutta la città di Londra. La rabbia dei tifosi sta incrementando e rende lo scenario maggiormente agghiacciante, si sta assistendo ad uno spettacolo raccapricciante.

Complesso, ma non impossibile, dunque, un esonero a torneo in corso, considerano i predecedenti in età Abramovich. Tuttavia, il credito residuo rimasto dell’allenatore scarseggia, un cambio di rotta e un nuovo percorso da incanalare, è assolutamente indispensabile. I 29 punti ottenuti in questa prima parte di stagione gravano sulle spalle di Lampard, il secondo peggior parziale da quando il magnate russo ha il controllo del Chelsea. Peggiore fu la serie di risultati negativi sotto la guida di Mourinho, in quell’occasione il tecnico portoghese fu scaricato. Lo scenario potrebbe ripetersi?

Le condizioni, però, sembrano non giovare a Frank, poche sono le lance da spezzare a suo favore. Con il mercato esoso della finestra estiva di calciomercato, si aspettavano imprese pazzesche. Si presagivano le difficoltà nell’amalgama della compagine, ma le prestazioni dei nuovi acquisti lasciano veramente a desiderare. Ziyech ha sfornato buone prestazioni, prove da sei in pagella, forse non all’altezza dei 40 milioni investiti. Ma lo sconforto proviene dalla Germania: Werner e Havertz, protagonisti in Bundesliga, veri e propri flop in Premier League. L’ex Lipsia è stato schierano con maggiore continuità, ma i suoi numerosi gol rappresentano ormai un lontano ricordo, un paesaggio da osservare in lontananza. Kai, invece, pare che non sia ancora entrato nella dimensione del calcio inglese, per il momento restano due miscugli ancora da combinare.

Elementi positivi esistono, o meglio, si possono estrapolare da questa complessa situazione. I giovani talenti, sfruttati nella passata annata, stanno terminando la loro maturazione, sembrano essere i pilastri di questo nuovo Chelsea. Con questi giovani ragazzi e con i nuovi innesti, è necessario ripartire, rinascere dalle ceneri, e quale occasione migliore di quella odierna?

Una prestazione sontuosa e una meravigliosa tripletta di Tammy Abraham permettono alla compagine inglese di balzare al turno successivo, migliorano anche le condizioni del morale collettivo. Il povero Luton Town si piega al cospetto del Chelsea, la potenza di quest’ultima è enorme e il divario è smisurato. Nella prima frazione di gara l’attaccante inglese mette a segno due reti; nella ripresa sigla anche il terzo gol. La squadra ospite ha anche accorciato le distanze, ma il vigore dell’avversario è stato davvero incredibile.

Un nuovo passo in avanti, una nuova impresa per affiorare dalla voragine oscura. Tutti i tifosi dei Blues sperano in un miglioramento della propria squadra. Il velo di maya pare sia stato distrutto, la realtà, ora, si tinge di blu.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli