27.2 C
Napoli
lunedì, 4 Luglio 2022

Champions, le possibili avversarie delle italiane

Lunedì a Nyon i sorteggi. Per la Juventus da evitare il Real Madrid. Napoli e Atalanta sperano in Lipsia o Valencia

Da non perdere

La prima fase della Champions League è stata archiavata e adesso si entra nel vivo della competizione. Lunedì a Nyon, a partire dalle ore 12, Juventus, Napoli e Atalanta conosceranno i loro prossimi avversari. Gli ottavi di finale si disputeranno tra la seconda metà di febbraio e le prime settimane di marzo.

I bianconeri si presentano al sorteggio come testa di serie avendo vinto il proprio girone. Napoli e Atalanta invece pescheranno una delle prime classificate. Si ricorda che solo per gli ottavi, le squadre della stessa nazione non si possono sfidare. A partire invece dai quarti, i sorteggi saranno assolutamente liberi, senza vincoli.

Dunque, stando alle suddette premesse, la Juventus potrà pescare: Real Madrid, Tottenham, Borussia Dortmund, Chelsea e Lione. Insomma un lotto di squadre di assoluto rispetto e prestigio.

Da evitare i Blancos che, pur se non sono nel momento migliori, comunque rappresentano una minaccia costante e una squadra che in questa competizione si esalta particolarmente. L’avversario più morbido (forse) potrebbe essere il Lione, che sta facendo fatica anche nel proprio campionato. Occhio invece al Tottenham di Mourinho che, visti i ricorsi storici, sarebbe un’intrigante sfida nella sfida tra i bianconeri e l’allenatore portoghese.

Il Napoli può pescare: Psg, Bayern Monaco, Barcellona, Manchester City, Lipsia e Valencia.

L’Atalanta invece può sfidare le stesse squadre menzionate per il Napoli, con la differenza che al posto del Manchester City c’è il Liverpool. Questo perché i Citizens erano nel girone dell’Atalanta, mentre la squadra di Klopp nel gruppo dei partenopei.

Scontato dire che sarebbe un bene evitare le superpotenze europee e magari pescare Valencia o Lipsia che, seppur squadre forti ed organizzate, hanno chiaramente meno fuoriclasse rispetto alle altre.

Ci si augura che l’urna di Nyon sia benevola per le squadre italiane. In caso contrario le partite andranno comunque giocate perché nel calcio nulla è già scritto. Forse proprio per questo è lo sport più bello al mondo e la Champions è la competizione più affascinante nel panorama europeo.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli