“C’è da fare”, una canzone per aiutare Genova

"C'è da fare", nuova canzone di Paolo Kessisoglu
"C'è da fare", nuova canzone di Paolo Kessisoglu

“C’è da fare”, canzone per Genova, di Paolo Kessisoglu, metà del duo comico Luca e Paolo, che ha deciso di aiutarla con una canzone i cui proventi andranno alla riqualificazione della zona di Albaro-Valpolcevera. Assieme a lui 25 cantanti: Gianni Morandi, Annalisa, Arisa, Boosta, Fiorella Mannoia, Gino Paoli, Giorgia, Giuliano Sangiorgi, Ivano Fossati, Izi, J-Ax, Joan Thiele, Lo Stato Sociale, Luca Carboni, Malika Ayane, Mario Biondi, Massimo Ranieri, Mauro Pagani, Max Gazzè, Nek, Nina Zilli, Nitro, Raphael Gualazzi, Ron, Simona Molinari.

“C’è da fare” è un’esortazione in musica a ricominciare, ma anche per ridare speranza, ed esprimere solidarietà per quanto accaduto a Genova.

Paolo Kessisoglu è l’autore del testo, scritto di getto (come egli stesso rivela) dopo aver appreso la notizia, a San Francisco, dove si trovava nel momento della tragedia che coinvolse il Ponte morandi.

“La sensazione di essere lontano, impotente, che ho provato per tutta la giornata; quando poi improvvisamente, in una libreria, a San Francisco, ho notato un pianoforte, al quale mi sono seduto, le note sono andate via da sole”, questa la dichiarazione di Paolo Kessisoglu, fortemente coinvolto emotivamente, in un testo che rappresenta il dolore della sua città, dalla quale era lontano, al momento della tragedia.

Dal primo apprezzamento di “C’è da fare”, da parte di Ivano Fossati, il quale nonostante si sia ritirato dalle scene, ha partecipato entusiasta alla composizione delle note musicali che compongono la canzone, si è arrivati poi all’incisione vera e propria, durata due giorni.

I proventi della splendida “C’è da fare”, in vendita e in download da oggi, sono destinati alla riqualificazione della zona di Albaro-Valpolcevera, una delle zone che ha sofferto di più in seguito alla tragedia del 14 agosto 2018.

L’idea della canzone, con l’aiuto di 25 nomi famosi della musica italiana, racchiude il concetto della ricostruzione, lì dove è crollato il ponte e nelle aree limitrofe, e il titolo “C’è da fare”, rammenda proprio questo, il da farsi è tanto, ma insieme, uniti e con amore, si riuscirà a ricominciare.

Print Friendly, PDF & Email

more recommended stories