28.1 C
Napoli
sabato, 28 Maggio 2022

Casoria Calcio, aggrediti tre calciatori viola

Da non perdere

Doveva essere il big match del Girone A Campania del campionato di Prima Categoria. Doveva essere una festa dello sport, dove si sarebbero sfidate due autentiche corazzate rispettivamente prima e seconda del girone. Eppure, ieri abbiamo assistito ad una brutta pagina di calcio, che ha visto purtroppo il ferimento di alcuni giocatori del Casoria Calcio per mano dei supporter del Sibilla Bacoli, squadra che giocava in casa. Ma andiamo con ordine:

  • GLI ANTEFATTI DELLA PARTITA.

Già durante il match i tifosi della squadra di casa hanno accolto gli ospiti ed i loro sostenitori con gesti ingiuriosi e provocazioni, che i tifosi viola hanno prontamente evitato di raccogliere per evitare disordini e problemi alle tante famiglie presenti alla visione della partita stessa. In campo non era molto più felice la situazione. I giocatori locali, infatti, nonostante il vantaggio, si sono resi protagonisti di insulti sempre verso i tifosi del Casoria, il che induce a pensare che la partita stessa, per il Sibilla Bacoli, ma anche per la città, fosse un’occasione per attaccar briga contro quella che per loro, forse, rappresenta una squadra che può metterli in seria difficoltà, nonostante le differenze di budget. In più c’è da registrare, a fine partita, il tentativo di assalto allo spogliatoio ospite da parte dei tifosi di casa, prontamente bloccato dalle forze dell’ordine. Per la cronaca il Sibilla Bacoli ha vinto la gara per due reti a zero, rendendo questi gesti ancor più ingiustificati, semmai una giustificazione fosse valida.

  • IL POST-GARA.

Quando tutto sembrava essersi limitato al contesto della partita, dove seppur c’era stata qualche schermaglia la situazione sembrava essersi calmata e non vi erano stati incidenti, i tifosi del Bacoli hanno voluto inoltrare la loro battaglia anche dopo, addirittura un’ora dopo il match. Totalmente indisturbati, hanno attaccato, tra la folta presenza di bambini ma più in generale di famiglie decisamente spaventate, un’auto che trasportava tre giocatori del Casoria, per la precisione un Mercedes Classe A di colore nero, distruggendo parabrezza e lunotto posteriore, costringendo i tre malcapitati a scendere dall’auto e subire colpi al viso ed alla schiena ed addirittura due costole incrinate per uno di loro, come riporta il referto medico, dato che i giocatori ovviamente sono stati trasportati all’ospedale. I facinorosi si sono allontanati prima dell’arrivo delle forze dell’ordine. I tre giocatori coinvolti e feriti sono Gennaro Paladino, Michele Maione(colui che ha riportato l’incrinatura delle costole) e Ciro Auricchio.

Queste le dichiarazioni dell’ufficio stampa del Casoria:

“Grazie alle forze dell’ordine e delle istituzioni si è evitato che la situazione degenerasse del tutto, ma questo non è che la punta dell’iceberg di questa partita da dimenticare. Già durante il match, sostenitori locali e calciatori del Sibilla hanno provocato con insulti ed addirittura con sputi i nostri tifosi, culminando anche con lanci di oggetti come mazze e bottigliette”.

Decisa invece la condanna del sindaco di Bacoli, Josi Gerardo Della Regione:

“Condanno fortemente quanto accaduto ai tre tesserati del Casoria e più in generale gli orribili episodi avvenuti dopo oltre un’ora la fine della partita. Vogliamo chiarezza al più presto, visto che ciò non ha nulla a che vedere col calcio”.

 

image_pdfimage_print

Ultimi articoli