domenica 23 Giugno, 2024
21.2 C
Napoli

Articoli Recenti

spot_img

Caserta Vecchia: nel borgo arriva il Festival delle Arti Miste

Nell’antico borgo medievale di Caserta Vecchia, fino al 10 Luglio 2022, si terrà la prima edizione del F.A.M.E. il Festival delle Arti Miste.

Il Festival sarà incontro tra varie forme di arte. Teatro, performing art, musica, danza, illustrazione e fotografia avranno come palcoscenico il borgo di Caserta Vecchia. Questo è un evento organizzato dal Teatro Pubblico Campano.

I vari eventi in programma si terranno nei vari spazi del Borgo Medioevale come il Castello, i giardini e la piazza del Duomo. Il filo conduttore dell’evento: tra caos e ordine, regole e libertà, uguale e diverso.

La scommessa di F.A.M.E., il Festival delle Arti Miste è quella di riuscire a dimostrare la possibilità di arricchire la qualità della vita attraverso la sinergia e la fruizione delle molteplici e svariate forme d’arte.

Gli eventi in programma al Borgo di Caserta Vecchia

Giovedì 30 giugno

Ore 21.00 – Borderline Danza in Matricola 0541, coreografia di Luigi Aruta e Giada Ruoppo, interprete Luigi Aruta.

Venerdì 1 luglio
  • Ore 19.00 – Bianca, Neve e i tre Settenani – a cura di Mutamenti/Teatro Civico 14.
  • Ore 21.00 – le Ebbanesis in Così fan tutte.
Sabato 2 luglio
  • Ore 19.00 – i trampolieri Morks
  • Ore 20.00 – Le persone dentro di e con Roberta De Rosa, da “Una stanza piena di gente” di Daniel Keyes e Billy Milligan, una produzione ARB dance company.
  • Ore 21.00 – “Il libraio straniero” drammaturgia Luigi Imperato, con Roberto Solofria e Daniela Quaranta, regia Rosario Lerro.
Domenica 3 luglio
  • ore 19.00 – i trampolieri Morks
  • ore 20.00 – Isa Danieli in “Raccontami una passeggiata devota” un percorso di donna e di attrice che ha attraversato e attraversa i generi più diversi delle forme teatrali esistenti.
  • ore 22.00 – Madrioska – corto teatrale di Orlando Napolitano, con Valentina Elia, regia Marcello Manzella.
  • ore 22.30 circa – “Il Giovane Leopardi”, reading/spettacolo con Ivan Graziano e Nicasio Catanese. Attraverso le lettere dell’Epistolario e i Canti leopardiani i due attori accompagnano lo spettatore dentro il mondo del poeta.
Giovedì 7 luglio
  • ore 21.00 – “Tracce di danza” coreografie di Antonello Apicella e Francesco Morriello, direzione artistica Antonella Iannone;
  • ore 21,30 circa – “El Tiempo de l’alma” coreografie Antonio Colandrea, direzione artistica Annamaria Di Maio.
Venerdì 8 luglio
  • ore 19.00 – “Cappuccetto Rosso” drammaturgia Roberta Sandias, Diane Patierno, Maurizio Azzurro, Gennaro Di Colandrea, Roberta Sandias, regia Maurizio Azzurro. In scena un’originale di una delle fiabe europee più popolari.
  • ore 21.00 – “Antica Famiglia d’Arte F.lli Boffardi”  drammaturgia Roberta Sandias, con Maurizio Azzurro, Antonio Elia, Valentina Elia, Giulia Navarra, Paola Maddalena, GIovanni D’Ancicco, regia Maurizio Azzurro.
Sabato 9 luglio  
  • ore 19.00 – i trampolieri Morks
  • ore 21.00 – “Il resto della settimana” con Peppe Servillo, il chitarrista Cristiano Califano su testo di Maurizio de Giovanni.
Domenica 10 luglio 
  • ore 20.00 –  “L’ammore nun è ammore” 30 sonetti di Shakespeare traditi e tradotti da Dario Jacobelli con Lino Musella, regista e interprete, Marco Vidino ai cordofoni e percussioni
  • ore 22.00 – “Disintegrazione – Splendida magnetic electric machine” un progetto di Electroshock Therapy (EST), voce Ilaria Delli Paoli, progetto sonoro Paky Di Maio, visual Zentwo. Teatro, musica e visual art in un’unica performance dal vivo.