5.2 C
Napoli
domenica, 5 Febbraio 2023

Casamicciola: situazione drammatica

Centocinquanta persone non potranno fare rientro nelle proprie abitazioni, perchè inagibili. Si lavorerà anche nelle ore notturne con i fari, sperando di ritrovare le persone disperse.

Da non perdere

La frana che ha colpito il comune di Casamicciola Terme questa mattina, è stata una vera e propria tragedia, che ha messo in ginocchio l’area interessata.

Al di là di ogni polemica, da stamattina non si è smesso di scavare; sono stati ritrovati otto dispersi, tra i quali una famiglia con un neonato, e purtroppo una donna morta.

Frana Casamicciola Terme: la vicinanza delle istituzioni 

La situazione è grave, le famiglie coinvolte sono duecento, alcune delle quali ospitate in alcune strutture alberghiere dell’isola e anche al Palazzetto dello sport di Ischia.

“Queste sono situazioni più grandi dell’uomo stesso; noi speriamo che la macchina dei soccorsi riesca a ritrovare tutti i dispersi“; è quanto ha dichiarato il Sindaco di Ischia Enzo Ferrandino.

Il fango ed i detriti erano copiosi, presenti grossi massi in strada e la pioggia continuava incessantemente a bagnare la terra già martoriata.

Intervenuto sulla delicata questione anche il capo della Protezione civile Fabrizio Curcio, che a mezzo stampa ha dichiarato: “Non so se andrò oggi a Ischia, ma andrò sicuramente. Le attività operative si fanno per gradi. Il nostro compito come Dipartimento nazionale è attivare il servizio nazionale, attivare le risorse che servono per rafforzare le azioni che è necessario mettere in campo”.

Inoltre, si apprende che la Fondazione Teatro San Carlo in accordo con il Ministro della cultura Gennaro Sangiuliano e il Sindaco Gaetano Manfredi, ha annullato l’opera inaugurale “Don Carlo” prevista per oggi alle ore 17,00 in segno di lutto per la tragedia che ha colpito l’isola di Ischia.

Come ha dichiarato il Sindaco di Napoli Gaetano Manfredi: “La situazione si sta delineando con più precisione, perché purtroppo il problema è stato che per le condizioni atmosferiche assolutamente proibitive, perché abbiamo un mare forza 9 e un vento che rende impossibile l’atterraggio e il decollo degli elicotteri, il quadro si è riuscito a comporre solamente da poco tempo, da qualche ora”.

II Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha anch’egli espresso vicinanza all’isola d’Ischia. Il governo è pronto a fare quanto serve: è ciò che è emerso oggi nella videoconferenza tra la Premier Giorgia Meloni e Curcio, ma anche i Sindaci dell’isola (ricordiamo che Casamicciola Terme è un comune commissariato) il Governatore campano De Luca, il ministro dell’Interno Piantedosi e quello degli Esteri Tajani.

Giorgia Meloni ha assicurato che allerterà tutti i ministri per un eventuale consiglio dei ministri da convocare d’urgenza.

Condizioni idrogeologiche critiche e gravi

La situazione al momento è ancora molto pericolosa a causa della pioggia incessante, ma le squadre impiegate nelle operazioni di soccorso continueranno a lavorare alla ricerca dei dispersi. Casamicciola era già stata colpita da una alluvione nel 2009, a causa della quale perse la vita una ragazza.

Al momento le condizioni del territorio sono più gravi, tante le famiglie coinvolte le cui abitazioni sono inagibili e il meteo estremamente pericolose che rendono tutto maggiormente complicato.

Ricordiamo che la frana che ha colpito il comune di Casamicciola Terme, si è staccata dalla vetta del Monte Epomeo.

Il fango sceso giù con veemenza ha cancellato parte della vegetazione, il solco è visibile dall’alto. Poi dalla parte di Casamicciola ha percorso le strade invadendo abitazioni, sventrando pareti e mura di contenimento.

Al Rizzoli sono stati trasportati tredici feriti; Il Dottor Parlamento ha dichiarato:  “Fino ad ora feriti non gravi è una donna giovane giunta cadavere, un ragazzo trasferito al Cardarelli con politrauma toracico da schiacciamento e altri ricoverati in condizioni non critiche, qui al Rizzoli”. 
Intanto, in piazza a dare conforto ai suoi concittadini, c’è l’ex sindaco Giovanbattista Castagna.

Il bilancio provvisorio parla di una persona morta, tre feriti di cui uno ricoverato a Napoli e circa cento sfollati.

Le squadre di soccorso non si fermano, lavoreranno anche stanotte, con l’ausilio di fari, intanto è stato chiesto lo “Stato di emergenza”. Cento gli uomini impegnati, anche per liberare le strade dalle vetture trasportate dalla frana.

Nel contempo si apprende che alcune zone di Casamicciola sono al buio. Il governo ha mobilitato l’esercito, sull’isola stanno arrivando i ragazzi del Battaglione San Marco con la nave militare San Giorgio. 

Inoltre, un elicottero CH47 dell’aviazione dell’Esercito è pronto al decollo in caso di necessità dall’aeroporto di Viterbo.

Riconfermata l’allerta meteo arancione fino a domani alle ore 18.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli