Casalnuovo: ritrovata vasca nel sottosuolo con amianto

Il Parco Pubblico nascerà in un’area dismessa, l’area ex Moneta. La Moneta che è stata a Casalnuovo per circa 30 anni, da fine anni 50, e che produceva e produce tuttora pentolame, è andata via dal sito industriale casalnuovese nel 1989 e da allora, pare, nessuno si sia posto il problema “bonifica”.

Casalnuovo:ritrovatavascanelsottosuoloconamianto_gerardinadimassa_21secolo
fermi i lavori per il parco pubblico tanto atteso dai casalnuovesi.

È notizia di queste ore: in quella che è destinata ad essere “l’area verde” tra le più grandi aree della Città Metropolitana è stata trovata una vasca nel sottosuolo contenente amianto! Credo sia utile per tutti capire, c’è di mezzo la salute della nostra comunità». “Sia fatta chiarezza al più presto. Nelle vicinanze ci sono due scuole e ci vivono tante famiglie”.

Tutto ha avuto inizio nel 2016 quando, nel settembre del medesimo anno, viene sottoscritto il verbale di validazione del progetto esecutivo del I lotto funzionale in cui si dà atto di “maggiori oneri derivanti dal rinvenimento di tre vasche e muro in cemento armato”.

La direzione dei lavori nello stesso verbale ha disposto le analisi dei materiali rinvenuti nella vasca n.3 e ha comunicato di aver ritrovato un ulteriore vasca sotto al capannone demolito per le quali sono state disposte ulteriori analisi dei materiali ritrovati.

Dopo circa un mese, nell’ottobre del 2016, la giunta comunale ha approvato il progetto esecutivo e, “per cause impreviste e imprevedibili”, per la demolizione delle opere in cemento armato ritrovate nel sottosuolo e per analizzare i materiali ritrovati afferma che i maggiori oneri dovuti ammontano a 294.602,15 euro.

Viene incaricata la ditta per “i lavori complementari”, relativi alla distruzione delle opere ritrovate nel sottosuolo, le analisi del materiale in esso ritrovato e lo svuotamento della vasca contenente idrocarburi.

La SCA srl, incaricata dalla ditta appaltatrice per analizzare i materiali ritrovati, ha affermato che si tratta di “rifiuti di attività di costruzione e demolizione contenenti amianto ed idrocarburi provenienti dalla vasca grande ubicata nello scavo archeologico”, e si attribuisce ad esso il codice CER 17 09 03 (Altri rifiuti dell’attività di costruzione e demolizione compresi i rifiuti misti contenenti sostanze pericolose) ed è stato classificato come rifiuto SPECIALE PERICOLOSO CER 17 09 03 Classi di pericolosità HP7(Cancerogeno).

Per eliminare, trasportare e smaltire il materiale ritrovato nella vasca n.3 interrata il direttore dei lavori accetta il preventivo offerto dalla Eco3G, 36.000,00 euro oltre iva, e viene disposto il pagamento dell’ammontare predetto dall’allora dirigente Ing. Giuseppe Savoia.

Quanto al parco pubblico, i lavori hanno avuto un intoppo in quanto nel sottosuolo sono state ritrovate tracce di amianto” – commenta il sindaco Pelliccia con una dichiarazione rilasciata ad Angelica Argentiere per il mensile Cogito.

Il Parco Pubblico nascerà in un’area dismessa, l’area ex Moneta. La Moneta che è stata a Casalnuovo per circa 30 anni, da fine anni 50, e che produceva e produce tuttora pentolame, è andata via dal sito industriale casalnuovese nel 1989 e da allora, pare, nessuno si sia posto il problema “bonifica”.

 “Piuttosto che continuare i lavori abbiamo deciso di bloccarli e bonificare il sottosuolo…”, continua Massimo Pelliccia nella dichiarazione rilasciata a Cogito. Bonificare il sottosuolo sembra essere l’unica possibile soluzione per risolvere la controversa vicenda.

Dopo quanto è accaduto nell’area ex Moneta, forte sarà  l’attenzione sulle altre zone industriali da parte dell’attuale amministrazione. Si potrebbe pensare, che come non era stata prevista una bonifica, seppur dovuta, nell’area ex Moneta, anche altri siti industriali dismessi della città,  potrebbero essere interessati da analoghe criticità.

Sulla questione delicata che sta causando scompiglio a Casalnuovo è intervenuto anche l’ex presidente del consiglio Giovanni Nappi: “Chiederò ad altri colleghi di sottoscrivere la richiesta per una riunione di consiglio comunale sull’argomento “Parco Pubblico Moneta – AMIANTO”.

 

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO