22.1 C
Napoli
martedì, 27 Settembre 2022

Caro energia: è allarme per il costo del latte

Una situazione grave che necessita di misure economiche mirate.

Da non perdere

Caro energia, il costo del latte raggiunge livelli altissimi, in un contesto socio-economico particolarmente complicato.

Un aumento che si ripercuote inevitabilmente sul carrello della spesa, facendolo lievitare. Se nel 2021 un litro costava 0,38 € adesso siamo arrivati a 0,48.  

Le conseguenze di tutto ciò potrebbero essere disastrose, e parallelamente all’incremento dei costi energetici, il prezzo del latte potrebbe superare i 2 euro al litro.

A lanciare l’allarme due colossi, rivali sul mercato, che però chiedono il pronto intervento del Governo per salvare uno degli alimenti più acquistati e consumati dagli italiani. La nota è stata diffusa da Granarolo e Lactalis, i due principali produttori nel nostro Paese.

Le note società dichiarano di essersi finora fatte carico di un aumento dei prezzi tra il 25% e il 30%. L’aumento non può gravare sul produttore ma neanche sul consumatore, è chiaro, per questo si chiedono misure urgenti.

Ricordiamo che il costo finale comprende tutta la filiera di produzione, dall’allevamento per la realizzazione del latte, alla vendita vera e propria del prodotto finito.

Se non avviene un’inversione di rotta, si tratta di una inflazione del 200% nel 2022 rispetto al 2021 e un rischio di oltre il 100% nel 2023 rispetto al 2022 – ha dichiarato il presidente di Granarolo, Gianpiero Calzolari. “È  un’inflazione insostenibile anche per una grande azienda, dal momento che si protrae nel tempo e che, se fosse scaricata tal quale sul mercato, colpirebbe significativamente i nostri consumatori, con inevitabili conseguenze sui consumi”.

Caro energia: servono misure urgenti 

Per quanto concerne il costo del latte oggi, quello fresco di alta qualità viene venduto ad un prezzo che oscilla da 1,00 a 1,80 €/l a seconda della tipologia. La variazione dipende dai vari punti vendita e dalla tipologia scelta dai consumatori, che siano grandi filiere o discount.

Se non si interviene ben 26 mila stalle da latte sono a rischio, per una produzione garantita di 12 milioni di tonnellate all’anno, alimentando una filiera dal valore di oltre 16 miliardi di euro.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli