Cardinale riattiva la corrente in uno stabile occupato

Un palazzo in Via Santa Croce in Gerusalemme a Roma, era ormai dallo scorso 6 Maggio, privo di corrente elettrica e d’acqua calda. Circa 400 persone presenti nello stabile stavano vivendo in una circostanza sgradevole. La situazione è migliorata con l’intervento del cardinale Konrad Krajewski.

Il cardinale, considerato un importante collaboratore del Papa per quanto riguarda le situazioni di disagio presenti a Roma, per aiutare queste 400 persone che ormai vivono nello stabile occupato dal 2013, ha fatto riattivare la corrente elettrica.

Secondo le fonti c’è un conto da pagare di circa 300mila euro per poter godere del servizio. A detta degli occupanti, il Campidoglio si rifiuta di pagare gli arretrati di uno stabile occupato a scopo abitativo.

 

Print Friendly, PDF & Email

more recommended stories