4shared
10.2 C
Napoli
lunedì, 17 Gennaio 2022

Carabiniere spara alla moglie a Cisterna Latina

Latina, Carabiniere si barrica in casa e spara alla moglie.

Da non perdere

 

È successo questa mattina una drammatica vicenda a Cisterna di Latina.

Un carabiniere 43 enne di origini napoletane, Luigi Capasso si è barricato in casa sparando sua moglie Antonietta Gargiulo con la pistola d’ordinanza, mettendo in ostaggio le figlie di 12 e 8 anni.

La donna di 39 anni è stata trasportata d’urgenza, in condizioni gravissime al San Camillo di Roma, colpita agli zigomi e al petto.

Attimi di terrore – spiega il comandante dei Carabinieri Gabriele Vitagliano – che l’uomo era in un forte stato di agitazione e non perfettamente lucido. Infatti, i negoziatori hanno impiegato tantissimo tempo, per riuscire a convincerlo a liberare i familiari tenuti in ostaggio.

Secondo le prime ricostruzioni dei fatti da parte delle forze dell’ordine, i due coniugi erano in atto di separazione.

L’uomo stamattina  si è precipitato a casa, verso le cinque del mattino, attendendo la moglie che uscisse di casa per andare a lavoro. Probabilmente non accettando ancora la separazione dalla coniuge e dopo un brusco litigio avrebbe aperto il fuoco.

Le due bambine sono state liberate soltanto dopo assidue sollecitazioni da parte dei Carabinieri.

Vicini di casa attoniti e sotto shock, dopo aver sentito i primi spari hanno chiamato prontamente i carabinieri, i quali hanno provveduto a circondare anche la scuola elementare di fronte la palazzina, mandando via, per ragioni di sicurezza bambini e genitori in preda al panico.

Antonietta Gargiulo è tuttora in prognosi riservata al San Camillo di Roma, dove è stata trasportata in elicottero, e le sue condizioni restano molto gravi.

La mancanza di testimoni fa credere che il tutto sia avvenuto al di fuori delle mura domestiche, come spiega il Colonnello Gabriele Vitaliano.

Aperte ulteriori indagini.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli