4.2 C
Napoli
lunedì, 6 Febbraio 2023

Capodanno a Napoli: tra musei e cultura

Cosa vedere e cosa fare il Primo gennaio a Napoli? Scopriamolo insieme.

Da non perdere

Il Capodanno a Napoli è un’opportunità da vivere a tutto tondo, senza tralasciare nulla, accontentandosi anche di una breve ma suggestiva passeggiata vista mare.

Napoli è una città che regala tante emozioni, tra arte e cultura, ma anche folklore, cibo e tanto altro ancora.

Sono tantissimi i turisti giunti in città per trascorrere le feste natalizie, le opportunità di certo non mancano e sono moltissime, scopriamo alcuni dei siti di interesse da visitare il primo gennaio.

Sicuramente i mercatini di Natale, San Gregorio Armeno, sono una possibilità adatta a tutti, che permette di passeggiare respirando l’aria di Napoli, e di percepire quel calore caratteristico della città.

La cosiddetta Via dei Presepi, è posizionata nel cuore di Napoli e custodisce le tradizioni proprie di una città che non smette mai di stupire. 

La strada è delimitata da tante piccole e caratteristiche botteghe che sapranno emozionare grandi e piccini. Inoltre, oltre ai presepi esposti dai piccoli negozietti, una particolarità che attira sempre tutti, sono le statuine che richiamano personaggi famosi, tra i quali: attori, calciatori, politici, inserite accanto alle figure canoniche. 

 Napoli è una città definibile culturalmente stratificata, che in ogni periodo dell’anno sa regalare emozioni uniche, grazie ad una bellezza inconfondibile. Gli “strati” della capitale campana li si incontra poco a poco, passeggiando tra i vicoli, tra i panni stesi, nei volti di uno sconosciuto che accenna un sorriso, tra i banchi dei venditori ambulanti, ma anche semplicemente alzando lo sguardo al cielo.

Quel blu, sembra quasi incontrarsi col mare, in un’unica essenza, che abbraccia tutti. 

Ricordiamo che i Musei napoletani il Primo gennaio saranno aperti e quindi visitabili. Un’opportunità da non perdere, soprattutto per chi desidera trascorrere una giornata diversa e non seduto a tavola a mangiare. 

Per un Capodanno originale è possibile salire a bordo di una splendida barca a vela che navigherà  per il golfo di Napoli. Si possono raggiungere le isole di Ischia, Capri e Procida, e magari fermarsi lì a trascorrere la giornata. Un momento di libertà tra natura, mare, storia, folklore, il tepore dell’inverno in barca e tanto relax. La vivace bellezza di Ischia, il fascino senza tempo di Procida, il lusso di Capri e la divina costiera Sorrento e Positano. Le tre isole del Golfo, molto celebri e frequentate, addobbate a festa, nel periodo natalizio diventano ancora più belle e suggestive.

Napoli: tour tra i luoghi “insoliti” della città

Un luogo poco conosciuto di Napoli, ma che merita di esser visitato ed è possibile farlo proprio. A Capodanno, è la Galleria Borbonica. Sono tanti coloro che conoscono la storia e la bellezza di Napoli Sotterranea, ma pochissimi conoscono questa incredibile opera architettonica, che risale a metà dell’800.  Si tratta di una galleria che doveva collegare Palazzo Reale con piazza Vittoria. Un percorso militare rapido e una via di fuga per i monarchi. Durante la II Guerra Mondiale la Galleria ed altre ex cisterne limitrofe furono utilizzate come ricovero dei cittadini. Dopo la guerra e fino al 1970 la Galleria fu utilizzata come Deposito Giudiziale Comunale.

Per visitare la Galleria Borbonica si possono scegliere due percorsi diversi, in base alle proprie esigenze.

L’Archivio fotografico Parisio è un altro luogo “segreto”, di Napoli. 

Un vero e proprio gioiello napoletano che dovrebbe essere una tappa obbligata per ogni turista e cittadino: si tratta di uno spazio bellissimo ma poco conosciuto Parisio, grande professionista e sperimentatore, lui stesso fotografo, è custode dell’archivio dove sono raccolte tantissime foto di Napoli. Scatti di vita… che raccontano la bellezza della città, la sua semplicità. 

L’archivio conserva anche il fondo dello studio fotografico dei fratelli Troncone, una raccolta d’immagini che testimoniano eventi pubblici e privati della Napoli del secolo scorso. È un luogo che riesce a raccontare la storia di un artista ma anche quella della città, gli aspetti propri di un’epoca storica ed artistica che caratterizzò la società del tempo.

Ovviamente sia il 31 che a Capodanno non mancheranno eventi organizzati, sia a Napoli che nelle province. Cosa vedere e cosa fare il primo gennaio può essere di buon auspicio per tutto l’anno.

Napoli offre opportunità adatte a tutti, pronte a soddisfare tutti. La città non è solo cibo buono, caos natalizio, luminarie, ma è anche arte, cultura, luoghi da scoprire, itinerari ricchi di suggestione ed interesse.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli