Caos da Posillipo a Bagnoli,spiagge libere senza regole Caos da Posillipo a Bagnoli, spiagge libere senza regole, folla e sosta selvaggia

Caos da Posillipo a Bagnoli, spiagge libere senza regole.

Spiagge libere, distanze sociali non rispettate, come sui bus e sulla metro.

Folla di bagnanti, da Coroglio al Lungomare.

I lidi, dove i controlli ci sono, la distanza di sicurezza è garantita, sono meno congestionati, altrimenti si rischiano pena, multe e chiusura.

I cittadini, nonostante la stretta della Regione Campania, con le ordinanze, non prestano la dovuta attenzione.

Nei week end come testimoniato dalle associazioni presenti sul territorio,gli assembramenti sono all’ordine del giorno.

Esempio di ciò, accade a Bagnoli, sulla sabbia, che fa da contorno ai ruderi dell’ex Italsider.

La gente anche di martedì, è presente in maniera massiccia sulle spiagge, gli assembramenti sono corposi.

C’è chi si organizza, agganciato a ciascun ombrellone,un tavolo bianco di plastica, con sedie al seguito, insomma un vero e proprio caos.

Lettini, sdraio da lido fai da te, l’ingresso alla spiaggia è caratterizzato da una discarica di rifiuti.

Il grido di allarme è stato lanciato dai cittadini, tra questi Raffaele Palmese, dipendente di Città della Scienza, residente della zona di Coroglio.

Si lamenta l’assenza da parte dei lavoratori, del Comune di Napoli.

I quali da quasi un anno, non sono presenti nella attività, di pulizia del litorale.

Grazie ai cittadini, dei quartieri vicino le spiagge, si tiene pulito non solo la spiaggia, anche il campetto che serve a togliere tanti ragazzi dalla strada.

La spiaggia libera di Coroglio, più piena che in altri anni.

Si ringraziano, le forze dell’ordine, il Prefetto per l’ impegno profuso sottolineano le associazioni di quartiere.

L’associazione “Il Borgo Marechiaro” fa sapere che è fondamentale una maggiore presenza della Capitaneria di Porto, per evitare problemi relativi al caos di persone.

Vi è una totale mancanza di sicurezza, pur apprezzando lo sforzo della polizia, carabinieri, ci deve essere un maggior controllo.

Controllo, sugli spazi demaniali e liberi, vi è addirittura un peschereccio affondato nel porticciolo.

Al problema degli assembramenti, inoltre si aggiunge la sosta selvaggia.

Ci sono una quantità enorme di scooter, con targa coperta da asciugamani da spiaggia, che arrivano in piazzetta.

Nonostante, la presenza di due telecamere della Ztl, un motorino ha forzato un posto di blocco.

A causa di questa forzatura, sono state danneggiate alcune vetture dei carabinieri.

Sono state chieste le riprese delle telecamere di sicurezza, a uno dei ristoratori della zona.

Analogo problema si verifica a Riva Fiorita,oltre la sosta selvaggia,qualche problema nel ritiro dei rifiuti.

Nota lieta, sono gli affari che nel mese di luglio sono stati avviati con una ripresa che si spera possa continuare a dare frutti.

Print Friendly, PDF & Email

Christian Russo, consulente legale, attore professionista, presentatore, speaker radiofonico, collaboratore presso XXI secolo.news

more recommended stories